GUERRA – LIVE 2024 (Febbraio)

Zelensky è in Albania per la conferenza sulla sicurezza. Si tratta della sua prima visita nel Paese dall’inizio della guerra.

Fonte: Yahoo News

“Quando si parla di inviare truppe bisogna essere molto prudenti perché non dobbiamo far pensare che siamo in guerra con la Russia. Noi non siamo in guerre con la Russia e non sono favorevole all’idea di mandare truppe in Ucraina”, ha affermato da Zagabria, il Ministro degli Esteri, Antonio Tajani, respingendo, di fatto, l’ipotesi di Emmanuel Macron di inviare l’esercito NATO a Kiev.

Fonte: RaiNews24

Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha dichiarato che, se i soldati delle Nazioni occidentali dovessero essere inviati in Ucraina, un conflitto NATO-Russia sarebbe “inevitabile”. “In questo caso, non dobbiamo parlare di probabilità, ma di inevitabilità, ed è così che la valutiamo”, ha detto Peskov.

“Gli alleati della Nato stanno fornendo un sostegno senza precedenti all’Ucraina. Lo facciamo dal 2014 e lo abbiamo intensificato dopo l’invasione su larga scala da parte della Russia. Ma non ci sono piani per truppe da combattimento della Nato sul terreno in Ucraina”. Così, il Segretario Generale della NATO, Jens Stoltenberg, all’Associated Press.

Fonte: RaiNews24

Mandare truppe NATO in Ucraina “non sarebbe nell’interesse” dei Paesi occidentali, ha dichiarato il Cremlino commentando quanto detto dal Presidente francese Macron.

“Macron dovrebbe riflettere sulla sua retorica bellicosa e smetterla. Questa dichiarazione sconsiderata e irresponsabile avvicina la NATO a una guerra con la Russia. Questo è un altro passo molto serio verso l’inizio di una nuova guerra mondiale. Questa è l’intenzione di prolungare l’escalation del conflitto”, ha dichiarato Sergei Tsekov, senatore della Crimea, annessa dalla Russia da dieci anni, e componente del comitato internazionale del Consiglio della Federazione.

Al vertice di Parigi, convocato dal Capo dell’Eliseo, Emanuel Macron per aiutare ulteriormente l’Ucraina, l’idea di inviare truppe occidentali in Ucraina non ha raccolto entusiasmo. Lo ha riferito il Presidente della Polonia Andrzej Duda: “La discussione più accesa si è svolta intorno alla questione dell’invio di soldati in Ucraina. E anche qui non c’è stato assolutamente alcun accordo”.

L’aeronautica militare ucraina ha riferito che “i russi hanno attaccato con 13 droni kamikaze di tipo Shahed, missili balistici Iskander-M/KN-23, quattro missili aerei guidati Kh-59 e un missile anti-radar Kh-31P. Undici droni e 2 missili sono stati distrutti dalla contraerea ucraina”. Le regioni colpite sono quelle di Kharkiv, Sumy, Dnipropetrovsk, Khmelnytska, Kirovograd.

“Questo è un giorno storico per la Svezia e la sicurezza euro-atlantica. Congratulazioni al Primo Ministro svedese Ulf Kristersson e a tutti gli svedesi. L’adesione della Svezia rafforzerà senza dubbio l’Alleanza, soprattutto alla luce della minaccia russa al mondo libero”, ha scritto Zelensky su X.

“Senza gli aiuti americani la Russia potrebbe vincere e milioni di ucraina moriranno”, ha detto il Leader ucraino Zelensky nell’intervista rilasciata alla CNN. Il presidente ha anche detto di aver parlato con Mike Johnson e che lo speaker della Camera ha garantito che “farà di tutto per sostenere l’Ucraina”.

Fonte: CNN

Custodia prolungata fino al 29 marzo per Ihor Hrynkevych. Il tribunale distrettuale di Kiev ha prolungato di un mese la detenzione dell’uomo d’affari di Leopoli, indagato per corruzione su larga scala. Hrynkevych è uno dei maggiori fornitori del Ministero della Difesa ucraino, ora accusato di aver fornito alle forze armate di Kiev abiti militari di bassa qualità e inutilizzabili.

Il Presidente francese, Emmanuel Macron, ha affermato la creazione di una nuova coalizione per inviare all’Ucraina missili e munizioni a più lungo raggio. Anche l’invio di truppe di terra per combattere l’attacco russo non dovrebbe essere escluso. “Non c’è consenso oggi per inviare truppe di terra… ma nulla dovrebbe essere escluso. Faremo tutto il necessario per garantire che la Russia non possa vincere questa guerra”, ha dichiarato Macron.

Fonte: RaiNews24

Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino, ha definito “non serio” e “ridicolo” parlare di un piano di pace per l’Ucraina a Ginevra senza una rappresentanza della Federazione russa. “Da quel che abbiamo capito, si parla di questo strano formato a Ginevra, la conferenza per discutere il piano di pace di Zelensky. Abbiamo più volte detto che come minimo questo è un formato strano, perché vengono discussi dei piani di pace senza la partecipazione della Russia, il che di per sé non è serio ed è persino ridicolo”, ha detto Peskov.

Sono circa venti i Capi di Stato e di Governo a cui il Presidente francese Emmanuel Macron ha dato appuntamento a Parigi per riaffermare il sostegno all’Ucraina. Zelensky, che interverrà in videoconferenza all’incontro organizzato all’Eliseo, ha affermato ai suoi “alleati” che la vittoria o la sconfitta dell’Ucraina “dipende da voi”.

La Central Intelligence Agency degli Stati Uniti (CIA) ha posizionato ben 12 basi segrete in Ucraina sul confine con la Russia. Il capo della CIA William Burns si è recato segretamente, per la decima volta dall’inizio del conflitto, in Ucraina. A dare la notizia, il ‘New York Times. 

Fonte: RaiNews24

Oggi il Parlamento ungherese approverà l’adesione della Svezia alla NATO. Si tratta dell’ultimo tassello necessario alla Nazione nordica per entrare nell’Alleanza Atlantica dopo la guerra in Ucraina. Al contrario della Finlandia, che è diventata membro della NATO l’anno scorso, la Svezia è stata tenuta in attesa perché Turchia ed Ungheria, che mantengono buone relazioni con la Russia a differenza di altri Paesi dell’Alleanza, avevano sollevato obiezioni.

Fonte: RaiNews24

(105^ SETTIMANA)

Due condomini e diversi istituti scolastici sono stati colpiti dai bombardamenti russi a Kherson, nel giorno del secondo anno di guerra in Ucraina. Un civile è rimasto ucciso e altri sei feriti. Lo ha riferito su Facebook il Governatore della regione, Oleksandr Prokudin.

“I membri della commissione elettorale distrettuale si recheranno porta a porta nelle aree adiacenti alla linea di impegno portando con sé schede elettorali e scatole. Per poter votare, gli elettori dovranno presentare il passaporto russo o ucraino, in base alla decisione della commissione elettorale regionale. I seggi elettorali apriranno nella regione il 17 marzo”. È questo il comunicato dato da Galina Katyushchenko, presidente della commissione elettorale regionale in merito al voto anticipato per le elezioni presidenziali russe iniziato nella regione di Zaporozhzhia.

I leader occidentali depongono fiori a Kiev sul monumento ai caduti.

Fonte: RaiNews24

Fonte: Stream24 – Il Sole 24 ORE

La linea elettrica di riserva della centrale nucleare di Zaporizhzhia è stata riparata dopo che i bombardamenti russi l’avevano danneggiata. Lo ha riferito l’operatore energetico statale ucraino Ukrenergo.

“Vi prego di ricordare che le ambizioni imperiali e il revanscismo possono essere sconfitti solo insieme a coloro che ne sono infettati, e questo è ciò che apre lo spazio per la vera sicurezza e lo sviluppo della democrazia”, ha affermato Volodymyr Zelensky ai Leader del G7.

Due tonnellate di letame sono state lasciate davanti la casa dell’ambasciatore russo in Polonia, in occasione del secondo anniversario dell’invasione. L’atto di protesta è stato rivendicato da alcuni attivisti a Konstancin-Jeziorna, località vicino a Varsavia. I manifestanti hanno posto una bandiera russa insanguinata con la lettera “Z” su un mucchio di letame e vi hanno attaccato un cartello che recita “Russia = merda! Non ti vogliamo nell’Ue! Vattene!”.

Fonte: RaiNews24

“L’Ucraina sarà sempre più coinvolta nella difesa europea, ad esempio sarà coinvolta nella strategia industriale di difesa che presenteremo entro tre settimane”, ha affermato la Presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen in conferenza stampa a Kiev.

Fonte: RaiNews24

Il corpo di Alexei Navalny è stato consegnato alla madre, come riferito dalla sua portavoce.

“Continuiamo a sostenere l’Ucraina in quello che ho sempre ritenuto giusto, il diritto del suo popolo a difendersi: questo presuppone necessariamente anche un sostegno militare perché’ confondere la tanto sbandierata parola pace con resa come fanno alcuni è un approccio ipocrita che non condivideremo mai”. Lo ha detto la premier Giorgia Meloni, a Kiev dopo l’incontro con il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.

Fonte: RaiNews24

“Questo documento getta solide basi per un partenariato di sicurezza a lungo termine tra l’Ucraina e l’Italia, in particolare per la difesa e la ricostruzione del nostro paese, e per continuare a fornirci assistenza militare fino alla fine del 2024”. Così il Presidente ucraino sui social.

Fonte: Agenzia Nova

“La determinazione e la forza del popolo ucraino continuano a ispirare, mentre l’attacco non provocato alla loro terra, alle loro vite e ai loro mezzi di sussistenza entra nel terzo, tragico, anno”, ha scritto Re Carlo III in occasione del secondo anniversario dell’invasione russa.

Una persona è rimasta ferita durante un attacco a Voroshilovsky, regione di Donetsk. Ne ha dato notizia il Sindaco Alexei Kulemzin.

Fonte: RaiNews24

Kiev ha affermato la responsabilità dell’incendio, provocato da un drone, in una delle più grandi acciaierie russe, durante il secondo anniversario dell’invasione da parte di Mosca.

Il media russo Mash, vicino ai servizi segreti di Mosca, ha reso noto che un incendio di notevoli dimensioni è scoppiato all’interno di un importante impianto metallurgico nella Russia centro-meridionale – la Nlmk di Lipetsk – è scoppiato dopo alcune esplosioni. Una fonte anonima ucraina ha affermato che dietro l’attacco ci sono i servizi di sicurezza di Kiev: “E’ uno dei più grandi impianti metallurgici della Russia; l’impianto opera nel settore militare-industriale con un gran numero di ordini. Le materie prime sono utilizzate per la produzione di missili, artiglieria, droni: è un obiettivo legittimo per l’Ucraina”.

Fonte: RaiNews24

“La vita vincerà sulla morte. La luce vincerà sulle tenebre. L’Ucraina prevarrà. Slava Ukraini”, ha scritto sui social il Premier britannico Rishi Sunak.

Sono scattate le manette per diversi manifestanti, tra cui anche giornalisti, durante un corteo a Mosca delle mogli dei soldati russi inviati sul fronte nel giorno del secondo anniversario della guerra.

“Avete abbattuto sette jet solo la scorsa settimana. Li avete respinti nel Mar Nero. Tutto ciò sembrava impossibile due anni fa. Sono fiduciasa nel fatto che l’Ucraina ci sorprenderà ancora tutti”, ha detto Ursula von der Leyen all’aeroporto di Hostomel.

Fonte: Sky TG24

Fonte: RaiNews24

“All’inizio si pensava a una guerra lampo e non lo è stata. Poi si pensava” che la Russia avrebbe “occupato metà del territorio ucraino e non è successo. Poi l’Ucraina ha liberato parte suoi territori. Attenzione a non essere anche noi vittime di una propaganda che conosciamo abbastanza bene”, ha dichiarato Giorgia Meloni, all’uscita dell’aeroporto Antonov – Hostomel di Kiev.

Fonte: RaiNews24

Fonte: Sky TG24

“Chiediamo al mondo di aumentare la pressione sull’economia russa. Grazie per i pacchetti di aiuti, vi ringrazio per ogni decisione sulle sanzioni e per ogni passo che consente di arrivare alla fine giusta di questa guerra. Putin deve fallire come qua a Hostomel”. Così, Volodymyr Zelensky all’aeroporto Antonov di Kiev, alla cerimonia in onore dei soldati protagonisti della battaglia di Hostomel.

Fonte: AGI

Un razzo conficcato a terra all’aeroporto internazionale Antonov di Hostomel, Ucraina, il 5 aprile 2022 – Fonte: RaiNews24

“Il sistema sanitario ucraino è un simbolo di resilienza dopo 2 anni di invasione su vasta scala da parte della Russia e 10 anni di guerra continua nel Paese. Questa resilienza è fatta dagli sforzi di tutti i professionisti sanitari a molti livelli. Dobbiamo aiutarli a continuare nella loro missione di servizio alla popolazione”. È quanto scritto su X dall’Organizzazione mondiale della sanità Ucraina.

Il Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha spinto tanto l’Ucraina quanto gli alleati a “non perdersi d’animo”. “La situazione sul campo di battaglia rimane estremamente difficile. L’obiettivo del presidente Putin di dominare l’Ucraina non è cambiato e non c’è alcun segno che si stia preparando alla pace. Ma non dobbiamo perdere la speranza”, ha affermato Stoltenberg nel secondo anniversario dell’invasione.

Fonte: RaiNews24

“Nove giorni da quando Putin ha ucciso mio marito… ma a quanto pare uccidere non è bastato, ora ha preso in ostaggio la sua salma, umiliando sua madre per costringerla ad accettare una sepoltura segreta”, ha dichiarato Yulia Navalnaya, vedova di Alexei Navalny che ha promesso di continuare la lotta per il marito morto in una prigione russa.

Fonte: RaiNews

In un’intervista esclusiva al Giornale la Presidente Giorgia Meloni, oggi a Kiev per presiedere il G7 a due anni esatti dall’inizio del conflitto ha sostenuto come l’Italia continui ad essere a fianco dell’Ucraina per la forza del diritto ed una pace giusta. Sul caso Navalny, la Meloni ha puntato l’indice su Mosca mentre nel conflitto in corso nel Medio Oriente la Premier ha auspicato un lungo cessate il fuoco e la liberazione degli ostaggi per dare prospettive a Gaza, rilanciando il concetto del ‘due popoli e due stati’.

Fonte: RaiNews24

Il Ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha visitato le truppe russe al fronte con l’Ucraina, nel giorno del secondo anniversario dall’inizio della guerra. Il Ministro “ha ascoltato i rapporti del comandante del Centro del gruppo tattico e degli ufficiali del quartier generale sulla situazione attuale, sulla natura delle attività del nemico e sull’adempimento delle missioni di combattimento da parte delle truppe russe nella direzione operativa”, come riportato in una nota del ministero.

In giornata il Presidente ucraino Zelensky consegnerà onorificenze ai soldati che hanno preso parte alla ‘battaglia di Hostomel’ del 24-25 febbraio 2022. La cerimonia si terrà nell’aeroporto a nord di Kiev. All’evento saranno presenti anche la Premier Giorgia Meloni e gli altri Leader arrivati con lei in Ucraina.

Resti di un elicottero russo all’aeroporto di Hostomel vicino a Kiev – Fonte: RaiNews24

“Due anni di sfida sotto il fuoco. Due anni di coraggio straordinario da parte della gente comune. Due anni di Ucraina che ispira il mondo”, ha scritto la Presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, sul social X.

Fonte: RaiNews24

“A Kiev per celebrare l’anniversario del secondo anno di guerra della Russia contro l’Ucraina. E per celebrare la straordinaria resistenza del popolo ucraino. Oggi piu’ che mai siamo fermamente al fianco dell’Ucraina. Finanziariamente, economicamente, militarmente, moralmente. Fino a quando il Paese non sara’ finalmente libero”, ha scritto su X la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen.

Fonte: Sky TG24

“Che l’Italia, l’Europa e l’Occidente devono continuare ad essere al fianco di Kiev, perché difendere l’Ucraina non vuol dire amare la guerra, ma esattamente il contrario. Vuol dire allontanare la guerra, tutelare il nostro interesse nazionale e impedire che il sistema internazionale fondato sulle regole vada definitivamente in frantumi. Non conviene a nessuno, a noi europei per primi, un mondo nel quale vige il caos e non la forza del diritto”, ha dichiarato dalla Capitale ucraina Giorgia Meloni. 

La Presidente del Consiglio Giorgia Meloni è arrivata a Kiev. La premier è atterrata all’aeroporto di di Rzeszow, in Polonia, per poi spostarsi in treno nella notte dalla frontiera polacca. Meloni presiederà la riunione del G7 dalla capitale dell’Ucraina a due anni esatti dal conflitto. Sono previsti due incontri con il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.
La riunione virtuale del G7, che vede la presidenza italiana, è prevista per le 17, le 16 in Italia. A Kiev anche la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, il Premier belga ed il Presidente della UE, Alexander De Croo con il Primo Ministro canadese Justin Trudeau.

Fonte: RaiNews24

Joe Biden ha annunciato oltre 500 nuove sanzioni contro la Russia, anche in seguito alla misteriosa morte di Alexei Navalny. E proprio ieri il Presidente americano ha ricevuto la moglie e la figlia del dissidente russo.

Fonte: RaiNews24

“Credo che ci sarà questa visita e sarà realizzata presto. Noi continuamente reiteriamo il nostro invito. Anche nell’ultimo comunicato abbiamo ribadito questa voglia di incontrare il Santo Padre in Ucraina, sul campo”. A parlare, Andrii Yurash, Ambasciatore dell’Ucraina presso la Santa Sede.

“Il Consiglio UE ha adottato oggi – in vista del secondo anno dall’inizio dell’invasione su larga scala dell’Ucraina da parte della Russia – un tredicesimo pacchetto di misure restrittive nei confronti del regime di Putin, di coloro che sono responsabili di perpetuare la sua guerra di aggressione illegale, non provocata e ingiustificata e di coloro che la sostengono in modo significativo”. È quanto ai apprende dalla nota pubblicata dal Consiglio.

“Stiamo aiutando l’Ucraina perché è un baluardo di libertà. Se noi accettiamo il principio che il più forte invade il territorio del più debole finisce il diritto internazionale. È una questione di principio”, ha affermato nel corso dell’intervista su Radio1, il Ministro degli Esteri, Antonio Tajani. “Noi – ha aggiunto il Ministro – non siamo in guerra con la Russia, stiamo difendendo il diritto all’indipendenza e alla libertà dell’Ucraina e del suo popolo”. E ancora, Tajani ha parlato del “sostegno politico” che sarà “sancito dall’accordo di protezione e sicurezza tra Italia e Ucraina che verrà firmato molto presto dal presidente del Consiglio Meloni con Zelensky”.

Droni e missili russi sulle città di Odessa e Dnipro. Il bilancio è di tre morti e diversi feriti, come riferito dalle Forze di difesa ucraine.

Fonte: RaiNews24

Gli USA hanno avvertito la Russia dal non posizionare nessun tipo di arma nucleare nello spazio poiché ciò metterebbe a rischio gli interessi di sicurezza nazionale americani. 

Il Fondo monetario internazionale ha stanziato 880 milioni di dollari all’Ucraina nella terza fase di un pacchetto di aiuti da 15,6 miliardi di dollari.

Sede del Fondo Monetario Internazionale (FMI) a Washington – Fonte: RaiNews24

“Ci troviamo in un momento decisivo della guerra: il finale non è ancora scritto ma capiremo che cosa succederà all’Ucraina, se Stati Uniti e alleati fermeranno l’aggressione russa. Questo momento è un test: mostrerà se gli Stati Uniti rispettano la parola data e forniscono gli aiuti militari necessari. Penso che Biden debba mandare un messaggio molto chiaro che gli Stati Uniti faranno tutto ciò che devono per impedire a Putin di raggiungere i suoi obiettivi in Ucraina. Ci sono diversi passi. Innanzitutto, dichiarare che la Russia è uno Stato terrorista. Se il Congresso non approvasse gli aiuti, gli Stati Uniti e gli alleati dovrebbero ricorrere ai circa 300 miliardi di dollari russi bloccati per effetto delle sanzioni. Usare i loro soldi per sconfiggerli”. A parlare è Leon Panetta, ex capo del Pentagono ed ex direttore della Cia, in un’intervista al Corriere della Sera.

Fonte: Wikipedia

“Durante questi due anni, hanno occupato la regione di Kharkiv, ora siamo in questa regione. Abbiamo sbloccato il mar Nero, e ora abbiamo le loro rotte del grano… E abbiamo distrutto molte delle loro navi”, ha dichiarato il Presidente Zelensky aggiungendo che “questo lo abbiamo fatto in due anni. Sì, l’ultimo anno è stato per lo più complicato per noi ma… Quello che è stato fatto, penso che sia stato un buon lavoro”.

“Si può morire per mano di un killer o per morte procurata: provocata direttamente o meno è sempre un omicidio. Il Cremlino ha una responsabilità enorme”. A parlare, il Vicepremier e Ministro degli esteri Antonio Tajani nel corso di un forum Ansa.

Fonte: Giornale di Brescia

“Ho ritenuto importante e urgente riferirvi del negoziato con le Autorità ucraine per siglare un accordo di cooperazione bilaterale di sicurezza, che il Presidente del Consiglio si accinge a firmare”, ha dichiarato il Vicepremier nonché Ministro degli Esteri Antonio Tajani alle Commissioni riunite Esteri della Camera e Esteri e Difesa del Senato.

Il Cremlino ha replicato al Presidente americano Biden (che aveva definito Putin “un figlio di p…na” definendo tale frasario come controproducente per Washington. “L’uso di un linguaggio del genere da parte del presidente degli Stati Uniti contro il capo di un altro Stato difficilmente potrà offendere il nostro presidente, il presidente Putin ma svilisce coloro che usano questo vocabolario”, ha detto Peskov. “Probabilmente – ha continuato il portavoce – è una sorta di tentativo di sembrare un cowboy di Hollywood. Ma onestamente non penso che sia possibile. Il signor Putin ha mai usato una parola volgare per rivolgersi nei suoi confronti? Questo non è mai successo. Pertanto, penso che tale vocabolario svilisca l’America stessa”.

Il Presidente americano Joe Biden, nel corso di un evento in California, ha definito il Leader russo Vladimir Putin un “pazzo figlio di puttana” (“A crazy SOB”, abbreviazione di “Son of a bitch”, n.d.r.). “Abbiamo un pazzo figlio di puttana come Putin e altri, e dobbiamo sempre preoccuparci di un conflitto nucleare, ma la minaccia esistenziale per l’umanità è il clima”, ha detto l’inquilino della Casa Bianca.

Fonte: Fanpage

Alexei Navalny è stato ucciso con un pugno al cuore. Questa tecnica è usata dagli agenti delle forze speciali dell’ex KGB. Il decesso è avvenuto dopo essere stato esposto a condizioni di congelamento per diverse ore. La notizia è stata riportata dal Times che ha citato Vladimir Osechkin, fondatore del gruppo per i diritti umani Gulagu.net. 

Un tribunale russo prenderà in esame la denuncia presentata da Lyudmila Navalnaya, madre dell’oppositore Alexei Navalny, morto in carcere in circostanze sospette. La donna, alla quale viene impedito di vedere il corpo del figlio, si è recata nella prigione IK-3 dove suo figlio è deceduto e ha inviato un appello al Presidente Putin: “Fammi vedere mio figlio”.

Fonte: Euronews.com

La bandiera ucraina è stata issata sulla sponda orientale del Dnipro

Fonte: RaiNews

“Il Giappone garantirà a Kiev la necessaria assistenza a lungo termine per raggiungere una rinnovata stabilità economica. Ci impegneremo a sostenere la libertà e l’indipendenza del paese e a ripristinare la sua integrità territoriale”, ha affermato il Primo Ministro Fumio Kishida nel corso della Conferenza Giappone-Ucraina sulla ricostruzione.

Fonte: ANSA

Donald Trump sulla morte di Aleksej Navalny: “È una cosa orribile, ma sta accadendo anche nel nostro Paese”. L’ex Presidente degli Stati Uniti durante un comizio nella Carolina del Sud ha parlato del dissidente russo paragonando quanto avvenuto nella Federazione con la sua incriminazione. “È stato molto coraggioso, è tornato in Russia quando poteva starne fuori e continuare a parlare”, ha detto Trump sostenendo che gli Stati Uniti, “si stanno trasformando in un Paese comunista in molti modi”.

Fonte: The New York Times

Putin “vuole che abbiamo paura. Ma questo significherebbe dargli quello che vuole. Ecco perché non dobbiamo avere paura. L’unica cosa che dovrebbe spaventarci è la paura stessa, come disse Roosevelt durante la Seconda Guerra mondiale”. A parlare, la premier estone Kaja Kallas intervistata dall’emittente tedesca ARD.

Fonte: RaiNews24

“Sul territorio della regione di Kherson sono state scoperte attività dell’organizzazione governativa britannica ‘British Council’ che, attraverso organizzazioni da essa controllate, ha svolto attività di spionaggio nell’interesse del regime di Kiev”. È quanto afferma il servizio di intelligence russo FSB – secondo cui l’organizzazione sfruttava gli immigrati ucraini al fine di captare notizie di natura politico-militare attraverso i loro collegamenti nella regione di Kherson.

La CNN ha reso noto che un primo gruppo di quattro piloti ucraini completerà il programma di addestramento sugli F-16 entro questa estate.

Continua la polemica in merito alle parole del Vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini, che ha detto: “Capisco la posizione della moglie di Navalny, bisogna fare chiarezza. Ma la fanno i medici, i giudici, non la facciamo noi”. Per Carlo Calenda, leader di Azione sono parole di “sconcertante ambiguità” mentre il Ministro degli Esteri nonché Vicepremier Antonio Tajani ha così commentato: “Mi pare che nella maggioranza ci sia compattezza, si possono usare parole più o meno dure, è ovvio che dobbiamo aspettare l’inchiesta sulle cause della morte” di Navalny, ma “sulle responsabilità morali non ci sono dubbi”.

Fonte: Corriere

“La Russia non è mai stata contraria ai negoziati. Siamo sempre a favore”, ha affermato il Presidente Putin.

Secondo il portavoce del Cremlino, Peskov, Mosca non ha “alcuna informazione” sulla morte di Maxim Kuzminov, il pilota morto in Spagna che in estate aveva dirottato e consegnato alle forze ucraine un elicottero militare russo.

A Leopoli la statua di Valentina Tereshkova, prima donna ad andare nello spazio, giace a terra, col casco macchiato di vernice rossa. La città, al confine con la Polonia (e quindi con l’Unione Europea), è stata la prima in Ucraina a demolire i suoi monumenti sovietici, spinta dalla voglia di cancellare ogni traccia del potere URSS.

Fonte: Vanilla Magazine

Il pilota russo Maxim Kuzminov morto in Spagna e che la scorsa estate aveva disertato a bordo di un elicottero da guerra consegnato alle forze ucraine, era “un traditore e un criminale”. Così, il capo dei servizi di intelligence internazionale, Serghey Naryshkin.

Fonte: Fanpage

La Cina è stata “sempre impegnata a promuovere i colloqui di pace” in merito alla guerra in Ucraina. La Repubblica popolare non ha intenzione di rimanere “a guardare e tanto meno di voler approfittare della situazione”, ha affermato la portavoce del Ministero degli esteri Mao Ning. La dichiarazione è giunta dopo le ipotesi lanciate dalla CNBC secondo cui l’America starebbe pensando di adottare sanzioni contro alcune società cinesi sulla base della cooperazione sino-russa.

Il Ministero dell’Economia dell’Ucraina e l’organizzazione di beneficenza “Superhumans” hanno stipulato un accordo al fine di facilitare il reinserimento dei veterani di guerra nella vita civile e coinvolgerli nella creazione della propria attività.

“La situazione è estremamente difficile in diverse parti della linea del fronte, dove le truppe russe hanno accumulato il massimo delle riserve”, ha affermato Zelensky nel discorso serale sostenendo che la Russia “sta approfittando dei ritardi negli aiuti all’Ucraina. E questi sono problemi molto tangibili. Manca l’artiglieria. C’è bisogno di una difesa aerea in prima linea e di una gittata più lunga delle nostre armi”.

Bisognerà attendere due settimane per completare i test sul corpo di Alexei Navalny. A renderlo noto, Ivan Zhdanov, collaboratore del leader dell’opposizione russa morto in carcere venerdì scorso.

“Putin ha ucciso mio marito”, ha dichiarato in un video social Yulia Navalnaya, vedova di Alexei Navalny. 

Fonte: Il Mattino

Le truppe russe hanno preso il totale controllo di Avdiivka, battendo anche l’ultimo scoglio di resistenza ucraina della città.

“Dobbiamo continuare a sostenere l’Ucraina e il popolo russo che vuole vivere in libertà e rendere omaggio a Navalny e in memoria di Navalny proponiamo ai ministri di rinominare il nostro regime di sanzioni sui diritti umani con il suo nome e di chiamarlo ‘Regime di sanzioni sui diritti umani Navalny’ così che il suo nome sarà scritto per sempre sul lavoro che l’Unione europea fa in difesa dei diritti umani”, ha dichiarato l’Alto Rappresentante UE per la politica estera, Josep Borrell.

“Questa mattina presto, la madre e gli avvocati di Aleksei sono arrivati all’obitorio, ma non è stato permesso loro di entrare. Uno degli avvocati è stato letteralmente cacciato”. Così, la portavoce di Navalny, Kira Yarmysh, ha reso noto, sul social X, che le autorità russe hanno negato l’accesso alla salma per il terzo giorno consecutivo.

“Ricostruire l’Ucraina costerà 486 miliardi di dollari”. Lo ha annunciato il Direttore generale della Banca Mondiale Axel van Trotsenburg.

La vedova di Alexei Navalny incontrerà a Bruxelles i ministri europei degli Esteri.

(104^ SETTIMANA) 2° ANNO (24/02/2022-24/02/2024)

“Siamo pronti per il dialogo con l’Ucraina. Se non fosse stato per la posizione dell’occidente, i combattimenti in Ucraina sarebbero cessati un anno e mezzo fa. La Federazione russa anche dopo l’inizio dell’operazione speciale ha cercato di porre fine al conflitto, ma l’Ucraina non lo voleva”, ha affermato il Presidente russo Putin.

Il dissidente russo Mikhail Khodorkovsky al Tg1: “Putin è responsabile della morte di Navalny”.

Fonte: RaiNews

È stato ordinato alla Polizia russa di gettare via i fiori messi dalla cittadinanza in ricordo di Alexiei Nalvalny e di arrestare coloro che li deponevano.

Fonte: RaiNews

Vladimir Putin ha commentato un passaggio della sua intervista col giornalista americano Tucker Carlson specificando che quanto sta avvenendo in Ucraina è “una questione di vita o di morte” per la Russia e riguarda “il destino” della Federazione; per l’Occidente, invece, è solo una questione di posizione tattica.

Fonte: RaiNews24

“Bisogna fermare Putin tutti insieme, o sarà una catastrofe globale”. Così Volodymyr Zelensky, dal palco della Conferenza sulla sicurezza di Monaco. 

La Russia ha rivendicato il “pieno controllo” di Avdiivka dopo la dichiarazione di ritiro delle truppe ucraine. 

“Ci sarà un prezzo da pagare”, ha detto il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, in riferimento al Capo del Cremlino Putin per la morte di Alexiei Navalny.

La Russia ha attaccato la città di Kramatorsk, nell’est dell’Ucraina. Nel bombardamento che ha colpito le case della popolazione, sono morte almeno due persone.

Fonte: RaiNews24

È di un morto e due feriti il bilancio del bombardamento russo sulla città di Kherson, nell’Ucraina meridionale. Lo ha dichiarato il Capo dell’amministrazione militare regionale, Oleksandr Prokudin.

“Il 24 febbraio 2022 poteva segnare la fine del mondo che conosciamo, un mondo di regole per proteggere la vita. Il 2024 deve diventare il tempo in cui ristabilire completamente un ordine mondiale basato sulle regole”. Così, il Presidente Zelensky alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco.

Fonte: Tag24.it

L’Alto Rappresentante UE per la politica estera Josep Borrell ed il capo della diplomazia cinese Wang Yi si sono incontrati a Monaco in occasione della Conferenza sulla Sicurezza. “Felice di aver visto Wang. Abbiamo parlato delle relazioni Ue-Cina, della guerra ingiustificata della Russia contro l’Ucraina e della guerra a Gaza”, ha scritto su X Borrell che ha definito la Cina, “un partner importante per affrontare le sfide più urgenti in materia di sicurezza”. 

Il Leader ucraino Zelensky è giunto ieri a Parigi, dopo essersi incontrato col Cancelliere tedesco Scholz per firmare, anche con l’Eliseo, i patti di sicurezza.

Fonte: la Repubblica

L’esercito ucraino ha dichiarato la ritirata dalla parte sud-orientale di Avdiivka, viste le difficoltà nei confronti del nemico. Questo però non darà alcun vantaggio strategico alle forze russe, stando a quanto riportato da Oleksandr Tarnavsky, comandante del settore sud-orientale dell’Ucraina. Tarnavsky ha precisato che tale decisione è stata dettata dalla necessità di minimizzare le perdite, consentendo una migliore “situazione operativa” nella città.

L’oppositore russo Alexei Navalny è morto per “un coagulo sanguigno”, ossia una trombosi, come citato dall’emittente “Russia Today”. 

Zelensky e Scholz hanno firmato a Berlino un accordo sulla sicurezza con la Germania. Il Cancelliere lo ha definito un “passo storico”.

Fonte: ANSA

Fonte: Euronews.com

Charles Michel, Presidente del Consiglio europeo, ha affermato che “Alexei Navalny ha combattuto per i valori della libertà e della democrazia. Per i suoi ideali, ha fatto l’estremo sacrificio. L’Ue ritiene il regime russo l’unico responsabile di questa tragica morte”.

Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny è morto in carcere dove si trovava per scontare la condanna. Lo ha reso noto il servizio carcerario.

Fonte: Gazeta.uz

I militari russi hanno ucciso un prete ortodosso ucraino. Si tratta di padre Stepan Podolchak. Il religioso era stato arrestato e prelevato da casa sua lo scorso 13 febbraio. Due giorni dopo, il 15 febbraio, sua moglie ha ricevuto una telefonata che le diceva di recarsi all’obitorio per identificare suo marito. Padre Podolchak era sacerdote della Chiesa ortodossa ucraina guidata dal metropolita Epifanio, indipendente dal Patriarcato di Mosca.

Fonte: Reddit

Un gruppo di “sabotatori in possesso di esplosivi alla frontiera con l’Ucraina” è stato arrestato dalle Forze dell’Ordine bielorusse, come riferito dallo stesso Presidente Lukashenko. Secondo l’agenzia di Stato bielorussa “Belta”, fra i componenti vi sono cittadini ucraini e bielorussi.

“Il nemico è davvero più numeroso di noi: per quanto riguarda la situazione in città, in alcune zone è critica, in altre è tesa. In alcuni luoghi siamo accerchiati a 360 gradi”. Così, il Vicecomandante della 3^ brigata ucraina Rodion Kudryashov in merito alla situazione nella città di Avdiivka, teatro di cruenti scontri tra le forze di Kiev e quelle di Mosca.

Fonte: Corriere.it

“Secondo i dati in possesso di Mosca, l’UE ha fatto le sue raccomandazioni per l’Ucraina: serve puntare sulle consegne di armi a lungo raggio per ‘arrivare al cuore della Russia'”, ha affermato il Ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, durante l’intervento ad una conferenza per i dieci anni di quello che nella Federazione viene definito “il colpo di Stato” in Ucraina.

Ad Avdiivka, città chiave dell’Ucraina orientale, è in corso una delle battaglie più sanguinose del conflitto. Il centro è divenuto teatro di combattimenti pesanti e dall’America era giunto il messaggio di una possibile caduta della città sotto il controllo russo. “Avdiivka rischia di cadere sotto il controllo russo”, aveva detto il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale John Kirby.

Fonte: Il Messaggero

Fonte: RaiNews24

“L’Ucraina sarebbe uno dei membri più grandi dell’Unione europea, con tante risorse ma anche con un enorme bisogno di ricostruire tutto quello che la Russia ha distrutto. L’UE al momento rappresenta l’ancora per Kiev”. Così Mario Draghi da Washington ha ribadito l’importanza del legame tra Unione ed Ucraina, sottolineando che c’è un rischio, dopo la guerra, di lasciare quest’ultima da sola.

Zelensky sarà a Berlino e a Parigi nella giornata di domani, come comunicato dalla Presidenza ucraina.

Jens Stoltenberg, Segretario generale della NATO, ha affermato come il blocco al Congresso americano del pacchetto di aiuti per l’Ucraina “ha già un impatto”.

Fonte: RaiNews24

La Russia ha lanciato missili in diverse aree dell’Ucraina, comprese quelle vicine al confine con la Polonia.

Attacco russo a Zaporizhzhia su infrastrutture civili. A dare la notizia, il Segretario del consiglio comunale della città, Anatoly Kurtev.

Il Presidente russo Vladimir Putin in un’intervista ha affermato: “Certo, eravamo preoccupati e lo siamo ancora dalla possibilità che l’Ucraina venga coinvolta nella Nato, perché sarebbe una minaccia alla nostra sicurezza”. Poi ha aggiunto: “L’unica cosa di cui possiamo rammaricarci è di non aver iniziato prima le nostre azioni attive, credendo di avere a che fare con persone perbene”.

Nuovo allarme aereo in tutta l’Ucraina. Secondo le forze militari, un gruppo di bombardieri è decollato da una base russa. Il Sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, ha parlato di “esplosioni in città”.

Il neo Comandante in capo delle forze armate ucraine, Oleksandr Syrsky, ha parlato di una situazione “estremamente complessa” in merito al conflitto.

Fonte: RaiNews24

Lo Stato maggiore delle forze armate ucraine ha annunciato la distruzione della nave da sbarco della flotta russa del Mar Nero ‘Caesar Kunikov’, avvenuta nelle ore notturne.

Fonte: RaiNews

Fonte: Wikipedia

“Questa notte è stato sventato un tentativo del regime di Kiev di effettuare un attacco terroristico contro obiettivi sul territorio della Federazione Russa con nove droni di tipo aereo”, ha dichiarato in una nota il Ministero della Difesa russo.

“Gli Stati Uniti non si piegano davanti a nessuno, figuriamoci davanti a Putin. Abbiamo unito la Nato, non possiamo andarcene ora”, ha affermato il Presidente Biden alla Casa Bianca spingendo affinché il Congresso dia il via libera agli aiuti all’Ucraina.

Fonte: La Stampa

Tre persone sono state uccise e dodici rimaste ferite in seguito ad un attacco russo su Selydove nell’Ucraina orientale.

Fonte: RaiNews24

Zelensky visiterà l’Albania per la prima volta il 28 febbraio, a due anni esatti dall’inizio del conflitto con la Russia dal febbraio 2022. Tirana ospiterà un vertice di pace.

Il Primo Ministro estone Kaja Kallas è stata inserita nell’elenco delle persone ricercate redatto dal Ministero degli affari interni russo. Lo stesso dicastero avrebbe immesso anche il nome di Taimar Peterkop, Segretario di Stato estone e quello del Ministro della Cultura lituano Simonas Kairys. Secondo fonti della polizia “è stato aperto un caso contro Kallas e Peterkop per la distruzione e il danneggiamento di monumenti ai soldati sovietici”.

Secondo l’intelligence militare ucraina, la Russia starebbe entrando in possesso della cosiddetta “tecnologia Starlink”, in quelli che definisce “Paesi arabi”. Non sono stati fatti i nomi di queste Nazioni. La settimana scorsa, l’Ucraina aveva dichiarato di avere prove che “le forze russe stanno utilizzando la tecnologia Starlink di Elon Musk sul campo di battaglia”.

I media ucraini hanno reso noto che, in seguito agli attacchi russi, la centrale termoelettrica di Dnepropetrovsk è stata danneggiata, interrompendo, quindi, la produzione di energia elettrica. Dopo l’attacco, “la struttura sarebbe stata gravemente danneggiata”, hanno riferito alcuni testimoni.

Il Presidente Repubblicano della Camera dei Rappresentanti degli Usa, Mike Johnson, ha annunciato che “Il disegno di legge del Senato sugli aiuti esteri tace sul problema più urgente che il nostro Paese deve affrontare”. Il riferimento è alla crisi migratoria al confine tra Stati Uniti e Messico. 

Le esportazioni russe in Europa sono crollate del 68% nel 2023, pari a 84,9 miliardi di dollari. Tale caduta è legata al taglio degli acquisti di gas e petrolio russi da parte dei Paesi europei.

L’esercito russo ha formato un muro di confine con vagoni ferroviari che si estende per 30 km nell’oblast di Donetsk. A dare la notizia, l’Istituto per lo studio della guerra (ISW).

Fonte: RaiNews24

Dmitri Polianski, Vicecapo della missione permanente della Federazione Russa presso l’ONU ha sottolineato come il Segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, sia sprovvisto di strumenti per ottenere il ‘cessate il fuoco’ in Ucraina.

Zelensky ha nominato l’ex Viceministro della Difesa, Oleksandr Pavliuk, Comandante delle forze di terra, come riferito dall’ufficio presidenziale di Kiev. 

(103^ SETTIMANA)

I paracadutisti russi hanno issato la bandiera della Federazione nel villaggio di Veseloye, nel Donetsk. I colori russi sono stati piantati sul monumento ai caduti della Grande Guerra Patriottica.

I Presidenti Macron e Zelensky si sono sentiti telefonicamente per discutere della situazione al fronte e del “bisogno dell’Ucraina” di armi.

“I russi hanno ucciso un’intera famiglia a Kharkiv: i genitori e tre bambini. La nostra rabbia è assoluta. Questo popolo pagherà per tutto”, ha dichiarato sul web Andry Yermak, Capo dell’ufficio presidenziale ucraino.

È di almeno sette morti e due feriti il bilancio causato dall’incendio generato dall’attacco russo stanotte su Kharkiv.

Fonte: RaiNews24

Sono russi i primi turisti che hanno messo piede in Corea del Nord dall’aeroporto di Vladivostok dopo la pandemia. Per gli osservatori asiatici si è trattato di una vera sorpresa poiché l’idea era quella di ricevere anzitutto turisti cinesi. La Repubblica Popolare, infatti, è il più grande alleato diplomatico ed economico del Nord.

Fonte: Il Post

Dmitry Peskov, portavoce del Presidente russo, ha affermato che in questi giorni al Cremlino sono giunte, dai principali media di molti Paesi, decine di richieste di interviste con Vladimir Putin.

Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov ha dichiarato che il cambio al vertice delle forze armate ucraine, con la sostituzione del generale Valery Zaluzhny, “non cambierà il corso” della guerra.

Gli Emirati Arabi Uniti sono intervenuti per mediare la liberazione di 100 prigionieri di guerra ucraini in cambio di 100 prigionieri russi. Secondo il Ministero della Difesa russo, tale scambio è stato possibile grazie alla “mediazione umanitaria” degli Emirati Arabi Uniti.

Sono almeno 400 le persone evacuate in seguito all’incendio sviluppatosi in uno stabile a Mosca. Il tetto dell’edificio di sei piani è crollato parzialmente all’altezza della stazione della metropolitana “Aeroport”. Il Ministero delle Emergenze ha fatto sapere che le fiamme sono state domate. Dalle prime notizie sembra che all’origine del rogo ci sia stato un malfunzionamento del sistema di riscaldamento antigelo del tetto.

Fonte: RaiNews

“È stato un bene parlare di nuovo con i membri del Senato degli Stati Uniti di entrambi gli schieramenti. L’Ucraina ha bisogno di tutto il nostro sostegno per difendersi dall’aggressione della Russia”, ha dichiarato sul social X il Cancelliere tedesco Scholz. 

L’intervista del giornalista statunitense Tucker Carlson al Presidente russo Vladimir Putin, pubblicata su X, ha raggiunto ben 56 milioni di visualizzazioni in poche ore.

Fonte: AGI

“Annulli il suo decreto ed avvii negoziati con la Russia: non abbiamo mai rifiutato i negoziati”, ha ribadito Vladimir Putin nell’intervista al giornalista americano Tucker Carlson, riferendosi al Leader ucraino Zelensky. Il Presidente russo ha affermato che Kiev ha rifiutato nel 2022 l’accordo con la Russia raggiunto ai negoziati in Turchia e accettando le pressioni dell’allora premier britannico Boris Johnson. “Una cosa ridicola e molto triste: dov’è il signor Johnson? E la guerra continua”, ha detto Putin.

Il tetto di un edificio residenziale di sei piani nella zona nord di Mosca è stato avvolto dalle fiamme. Alcuni cittadini hanno riferito di aver sentito un forte boato. La causa è al momento sconosciuta.

Fonte: RaiNews

La Russia non sarà mai sconfitta in Ucraina e la NATO “deve accettare le conquiste territoriali di Mosca”. Così Vladimir Putin nell’intervista di due ore con il controverso ex anchor di Fox News e sostenitore di Donald Trump, Tucker Carlson. “Voglio dire alla leadership Usa: Se davvero volete che la guerra finisca, smettetela di fornire armi all’Ucraina”, ha aggiunto il Capo del Cremlino.

Fonte: la Repubblica

La Camera ha votato il decreto che proroga l’autorizzazione alla cessione di aiuti militari all’Ucraina. Il provvedimento, già approvato dal Senato, ha avuto il via libera con 218 voti a favore. 

Attacchi russi stanotte a Odessa: due edifici della città sono stati colpiti coi droni e tra questi c’è anche una scuola.

Nonostante la legge bipartisan, che prevedeva gli aiuti a Ucraina e Israele alla sicurezza dei confini, sia stata fermata al Senato americano, il Congresso potrebbe ancora fornire gli aiuti necessari agli alleati, approvando un pacchetto da 96 miliardi di dollari senza le disposizioni sull’immigrazione, ma che lascerebbe intatti gli aiuti esteri.

Il Ministero della Difesa russo ha reso noto che, con i bombardamenti avvenuti questa mattina in Ucraina, sono state colpite “fabbriche del complesso militare-industriale” che producono “imbarcazioni senza pilota, sistemi missilistici costieri, missili per sistemi a lancio multiplo ed esplosivi”.

Una guerra Russia-NATO segnerebbe “l’Apocalisse, la fine di tutto”. Così, l’ex Presidente russo Dmitry Medvedev in merito agli allarmismi di alcune nazioni europee e dall’America circa un’intenzione di Mosca di attaccare l’Alleanza Atlantica.

“Un altro attacco massiccio contro il nostro Paese. Sei regioni sono state attaccate dal nemico. A Mykolaiv, decine di edifici residenziali sono state distrutte, una persona è stata uccisa. A Kiev, più di 10 persone sono rimaste ferite e, al momento, si parla di due morti. Potrebbero esserci persone sotto le macerie. Nella capitale sono state danneggiate alcune comunicazioni, compresi i cavi dell’alta tensione”, ha postato sui social il Leader ucraino Volodymyr Zelensky.

Durante gli attacchi russi di questa mattina contro l’Ucraina, un razzo è volato in direzione della Polonia a 20 chilometri dal confine. Il missile è poi virato di 180 gradi per dirigersi verso la regione occidentale di Leopoli. Tre F-16 polacchi sono decollati per intercettare il vettore. 

Fonte: RaiNews24

“Due linee dell’alta tensione nella capitale sono state danneggiate da frammenti di missili. Alcuni utenti sulla riva sinistra sono attualmente senza elettricità”, ha dichiarato il Sindaco di Kiev, Vitaly Klitschko sui social.

Fonte: RaiNews24

Attacco nelle prime ore di questa mattina sulla capitale ucraina Kiev. I missili sono stati lanciati nel corso della visita dell’Alto rappresentante dell’Unione europea per gli Affari esteri, Josep Borrell. Il Rappresentante è corso assieme alla delegazione nel piano sotterraneo dell’Hotel in cui soggiorna e che funge da rifugio.

Fonte: www.quotidiano.net

Le autorità ucraine hanno arrestato cinque ufficiali dell’intelligence con l’accusa di spionaggio. Agli accusati è stata rivolta l’accusa di lavorare segretamente per la Russia come parte di una potente rete di spionaggio.

Un bambino di 2 mesi è morto a causa di un attacco missilistico russo avvenuto a Kharkiv nelle ore notturne. Sono stati colpiti edifici civili e un albergo.

“Continueremo a fornire i finanziamenti e la prevedibilità tanto necessari al nostro coraggioso partner e aspirante membro (Ucraina n.d.r.). Il nostro obiettivo è iniziare i pagamenti a marzo”, ha scritto sul Social X la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen.

Il Direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA), Rafael Grossi, ha dichiarato che sarà in Russia la prossima settimana.

Josep Borrell, l’Alto rappresentante dell’Unione Europea, è giunto a Kiev.

L’ambasciatore russo in Francia andrà oggi al Ministero degli Affari Esteri francese per rispondere degli attacchi russi che hanno portato alla morte due operatori umanitari francesi in Ucraina.

Mike Johnson, speaker della Camera statunitense, ha così commentato su X il l’accordo raggiunto al Senato sulla sicurezza delle frontiere e sugli aiuti all’Ucraina: “Qualora arrivasse alla Camera, sarebbe già morto. Questo accordo è forse anche peggio di quanto ci aspettassimo e non avvicinerà la fine della catastrofe al confine creata dal presidente”.

(102^ SETTIMANA)

Il Presidente Zelensky è stato intervistato dal Direttore del Tg1Gian Marco Chiocci, a due anni dall’inizio del conflitto. Al centro dell’intervista, come riferito dal Tg1, “il bilancio della guerra, le difficoltà, gli errori, i cambiamenti al vertice in arrivo” nonché un appello del Leader ucraino “agli italiani e all’Europa: Sosteneteci perché Putin potrebbe arrivare anche da voi”.

Fonte: Davide Maggio

Ian Borg, Ministro degli Esteri maltese, ha incontrato Volodymyr Zelensky a Kiev nel corso della sua prima visita ufficiale a nome dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, che Malta presiede. 

Fonte: Lovin Malta

È di almeno 28 il numero dei morti in seguito al bombardamento missilistico ucraino su una panetteria a Lisichansk, nella regione separatista filorussa di Lugansk. “Gli operatori del ministero russo delle Emergenze hanno tratto in salvo dieci persone. Sfortunatamente, 28 persone, incluso un bambino, sono morte”, si legge in un comunicato.  

Fonte: Il Messaggero

Sono due i droni dei servizi di intelligence interni ucraini (SBU) che hanno colpito ed incendiato la raffineria di petrolio russa della Lukoil a Volgograd. A darne notizia, la Rbc-Ucraina, che cita fonti proprie: “L’incendio di oggi in una delle più grandi raffinerie di petrolio della Russia, che si trova a Volgograd, è stato il risultato di un attacco riuscito da parte della SBU. Colpendo le raffinerie di petrolio che lavorano per il complesso militare-industriale russo, non solo tagliamo la logistica delle forniture di carburante per le attrezzature nemiche, ma riduciamo anche la capacità della Russia di rimpinguare il suo bilancio”.ondo il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitri Medvedev, la Russia dovrebbe sostenere politici e partiti dell’opposizione “anti-sistema”. “La loro ascesa al potere – ha dichiarato Medvedev – può migliorare radicalmente il panorama politico, motivo per cui l’attuale élite ne ha paura”.

Un altro incendio è scoppiato stavolta nella raffineria di petrolio Lukoil a Volgograd, in Russia.

Fonte: RaiNews24

La data della visita di Putin in Turchia sarà annunciata tempestivamente”, ha riferito il portavoce Dmitri Peskov specificando che, nell’occasione, i due Presidenti tratteranno anche la questione dell’Ucraina. 

“Due operatori umanitari francesi sono stati uccisi in Ucraina da un raid russo. Atto vile e indegno. Penso ai loro cari e ai compagni feriti. La mia solidarietà va a tutti i volontari impegnati in aiuto alle popolazioni”. Così, il Presidente francese, Emmanuel Macron, in un messaggio su X.

“Sono tutti in superficie i 113 minatori” rimasti all’interno di due miniere in Ucraina in seguito ad un blackout provocato da attacchi russi su Kryvyi Rih, la città natale di Zelensky. 

Il Portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha specificato che la Russia non ha ricevuto alcuna richiesta da parte del Governo ucraino di consegnare i corpi dei prigionieri morti nell’incidente aereo Il-76 nella regione di Belgorod. La risposta del Cremlino è arrivata dopo che il rappresentante della direzione principale dell’intelligence del Ministero della difesa ucraino, aveva parlato di una richiesta di Kiev a Mosca di avere i corpi delle vittime. 

Attacco russo con droni kamikaze in diverse aree dell’Ucraina. Come riferito dallo Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine “le forze di difesa aerea hanno lavorato in diverse regioni”.

“Grato a Charles Michel e ai leader dell’Ue per aver istituito lo strumento da 50 miliardi di euro per l’Ucraina per il periodo 2024-2027”, ha scritto su X Volodymyr Zelensky.

Fonte: RaiNews

Monitoriamo tutte le informazioni. Capiamo che Kiev continua ad affrontare problemi e che anche l’Occidente collettivo sta avendo problemi”, ha affermato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov.

“Abbiamo un accordo. Tutti i 27 leader hanno concordato un pacchetto di sostegno aggiuntivo di 50 miliardi per l’Ucraina all’interno del bilancio dell’UE. Ciò garantisce finanziamenti costanti, a lungo termine e prevedibili per l’Ucraina” ha scritto su X il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel. 

“Una conversazione mattutina casual”. Così il Leader ungherese, Viktor Orban, su X in merito al vertice in corso. 

Fonte: RaiNews24

“L’Ungheria non partecipa al nuovo fondo per la fornitura di armi all’Ucraina ma non lo sta bloccando”, ha affermato l’Alto rappresentante UE per la Politica estera, Josep Borrell.

Le trattative sul budget europeo proseguono incessantemente. L’obiettivo è convincere Orban a cedere sul pacchetto di aiuti all’Ucraina.

Fonte: RaiNews24

Giorgia Meloni è giunta all’Europa Building per il vertice UE straordinario sulla revisione del bilancio comune e gli aiuti all’Ucraina.

Fonte: Governo.it

Un tiratore scelto ucraino ha ucciso due militari russi sparando da 2.680 metri dai bersagli. Una distanza quasi da record. La sparatoria è avvenuta nella regione del Donetsk. Lo ha reso noto sui social, il comandante delle forze di terra, Oleksandr Syrsky.

Fonte: RaiNews

Il Ministero della Difesa russo ha diramato una nota in cui conferma l’abbattimento, tra la notte e questa mattina, di 11 droni ucraini al confine con l’Ucraina. “Stasera – si legge nel comunicato – è stato sventato un tentativo del regime di Kiev di effettuare un attacco terroristico con droni aerei contro siti sul territorio russo”.