GUERRA – LIVE 2024 (Giugno)

La difesa aerea ucraina ha abbattuto i 13 droni lanciati dalla Russia nella notte del 22 giugno.

Il Presidente del Brasile, Luiz Inácio Lula da Silva, ha confermato la propria partecipazione al vertice dei Paesi del Brics+ a ottobre nel corso della presidenza di turno di Vladimir Putin.

Fonte: RaiNews24

Le forze russe hanno portato un attacco “massiccio” su alcune infrastrutture energetiche nell’ovest e nel sud dell’Ucraina, come ha dichiarato il Ministero dell’Energia.

Fonte: RaiNews24

Deciso il rafforzamento di Chassiv Yar, una cittadina strategica in termini militari che si trova sul fronte orientale e che rappresenta la porta d’accesso alle principali città minerarie del Donbass. A darne notizia, l’esercito ucraino sul proprio profilo Facebook.

Lo Stato maggiore ucraino ha reso noto che, durante la notte, sono stati portati attacchi in territorio russo alle raffinerie di petrolio Afip, Ilya, Krasnodar e Astrakhan nonché alle stazioni radar e ai centri di intelligence elettronica nella regione di Bryansk e in Crimea. 

Una moltitudine di droni ucraini hanno attaccato, nel cuore della notte, l’aeroporto di Ejsk, una città situata nella Russia meridionale. Diversi gli incendi causati dai droni che hanno coinvolto le strutture vicino all’estremità orientale della pista.

Fonte: ANSA

Vladimir Putin, nel corso della conferenza stampa a Hanoi, ha spiegato come la sua Nazione stia valutando cambiamenti in merito alla dottrina del nucleare. La ragione sarebbe dovuta “al fatto che stanno emergendo cambiamenti” e che “il potenziale nemico sta lavorando sull’abbassamento della soglia per l’uso delle armi atomiche”, ha detto il Capo del Cremlino.

Il canale Telegram ‘Crimea Wind’ ha riportato la notizia di molteplici esplosioni a Capo Chauda, in Crimea: “In base al numero delle ambulanze, ci sono sicuramente delle persone che sono state colpite. Sono esplose delle munizioni”, ha riportato il Canale.

Il Ministro della Difesa spagnola, Margarita Robles, ha affermato come la sua Nazione sia “totalmente contraria” all’invio di militari spagnoli in Ucraina per addestrare i soldati di Kiev. Questo perché il Governo non intende “inasprire” lo scontro già in atto con la Russia.

“Il Governo sottolinea chiaramente che qualsiasi cooperazione che aiuti direttamente o indirettamente la Corea del Nord ad aumentare la sua potenza militare è una violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ed è soggetta a monitoraggio e sanzioni da parte della comunità internazionale”, ha dichiarato l’ufficio presidenziale della Corea del Sud in un comunicato. Inoltre, c’è l’intenzione da parte della Corea del Sud di ritornare a riflettere sulla eventualità di inviare armi all’Ucraina.

L’accordo tra Russia e Corea del Nord, firmato dai due Leader Vladimir Putin e Kim Jong-un, in merito al partenariato strategico globale “è una questione tra questi due paesi”, ha affermato il portavoce del Ministero degli Esteri cinese Lin Jian che ha spiegato perché il Governo di Pechino “non avrebbe rilasciato commenti”.

Gli ambasciatori dei 27 Paesi UE hanno siglato l’accordo sul quattordicesimo pacchetto di sanzioni contro la Russia. A darne notizia, la Presidenza di turno belga dell’Unione.

“Quest’estate tutto si allineerà”, ha reso noto il Comandante dell’aeronautica olandese Arnoud Stallmann, in riferimento all’invio degli F-16 all’Ucraina.

“Il sostegno della Russia nella lotta per l’indipendenza del Vietnam, attribuisce grande importanza allo sviluppo di un partenariato strategico con Mosca e considera la Russia una delle sue priorità in politica estera”, ha dichiarato To Lam al suo omologo Vladimir Putin.

Al via i colloqui bilaterali tra il Capo del Cremlino Vladimir Putin ed il suo omologo vietnamita, To Lam, nella Sala Grande del Palazzo Presidenziale di Hanoi.

Fonte: RaiNews24

Fonte: RaiNews

Un incendio a seguito di droni ucraini, lanciati nel cuore della notte, è esploso in un deposito petrolifero della Repubblica caucasica russa di Adighezia.

“Sì” ufficiale da parte della Casa Bianca all’utilizzo delle armi inviate a Kiev su territorio russo vicino alle regioni ucraine di Kharkiv e Sumy. Lo ha reso noto Michael Carpenter, Direttore senior per gli Affari europei presso il Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

“Se guardiamo alla portata dei crimini commessi, è enorme: gli stessi russi affermano di aver deportato 700.000 bambini dal territorio ucraino nel loro territorio, ma abbiamo dati su circa 20.000 casi simili e sfortunatamente solo 600 bambini sono tornati a casa”, ha dichiarato Oleksandr Karasevych, Ambasciatore ucraino nei Paesi Bassi.

Il Presidente Putin è giunto in Vietnam.

Fonte: RaiNews

Dopo l’accordo con l’Ungheria non dovrebbero esserci più ostacoli alla nomina di Mark Rutte come successore di Jens Stoltenberg, attuale Segretario generale della NATO. Atteso nella giornata odierna l’annuncio del ritiro alla candidatura del Presidente rumeno Klaus Ioannis.

Il Presidente russo Putin ha salutato la Corea del Nord per recarsi in Vietnam, seconda ed ultima tappa del suo viaggio di Stato.

“Caro compagno Kim Jong-un, aspettiamo che ricambi la visita venendo a Mosca”, ha detto Putin rivolgendosi al leader nordcoreano Kim Jong-un.

Fonte: Daily Mail

Vladimir Putin “non esclude una cooperazione tecnico-militare in conformità con il documento firmato oggi” con la Corea del Nord. Lo ha detto lo stesso Putin parlando dell’accordo siglato tra le due Nazioni.

“La reciproca assistenza in caso di aggressione contro uno dei firmatari”, è uno dei punti principali dell’accordo siglato tra Kim Jong-un e Putin, come dichiarato da quest’ultimo.

“La Cina non fornisce armi alle parti in guerra e controlla rigorosamente l’esportazione di articoli a duplice uso. Sulla crisi in Ucraina, la Cina non aggiungerà mai benzina sul fuoco né cercherà di trarne vantaggio”, ha dichiarato Lin Jian, portavoce del Ministero degli Esteri cinese in risposta alla Casa Bianca che aveva accusato Pechino di supportare militarmente la Russia.

Firmato l’accordo tra Russia e Corea del Nord per la cooperazione strategica. A darne notizia, le agenzie di stampa russe.

La nomina di Mark Rutte a Segretario generale NATO “non cambierà niente” nella linea politica dell’Alleanza, poiché questa è decisa dall’America. A parlare, la portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova.

È di una vittima ed un ferito il bilancio registrato in seguito all’attacco di un drone ucraino contro un veicolo civile nella regione di Kharkiv. A dare la notizia, la Direzione degli affari interni dell’amministrazione militare-civile russa della regione.

Vladimir Putin ha incontrato il Leader nordcoreano Kim Jong-un nella sua visita di Stato a Pyongyang e ha dichiarato di “apprezzare il sostegno della Corea del Nord”. Mosca a sta combattendo “contro decenni di politiche egemoniche e imperialiste degli Stati Uniti e dei suoi satelliti contro la Russia”, ha aggiunto il Capo del Cremlino.

Fonte: CNN

L’arrivo a Pyongyang del Presidente Putin.

Fonte: La Stampa

La principale entità legale del rivenditore svedese H&M Hennes & Mauritz in Russia – H&M LLC – ha deciso di liquidare la società. Tale scelta è stata approvata il 17 giugno. Poco dopo l’inizio della guerra in Ucraina, Gruppo ha chiuso i suoi negozi in Russia. 

Fonte: BBC

“Quella del Presidente Putin non è stata una proposta di pace, ma di resa. E come tale è inaccettabile. La pace è un’altra cosa. E per la vera pace noi continuiamo a lavorare”, ha dichiarato il Ministro degli Esteri Antonio Tajani in audizione alle commissioni Esteri congiunte di Camera e Senato.

L’Italia starebbe valutando il trasferimento di missili da crociera a lungo raggio ‘Storm Shadow’ in Ucraina. A dare la notizia, il Fatto Quotidiano.

“Il Cremlino desidera che la Moldavia resti in una zona grigia, i cittadini moldavi desiderano far parte del mondo libero dentro la grande famiglia UE, i cittadini moldavi hanno il diritto di costruirsi il presente e il futuro. Il Cremlino cerca di diminuire i nostri sforzi per il consolidamento delle istituzioni e dei processi democratici: si utilizza il riciclaggio di denaro per azioni di destabilizzazione, vogliono avere un ruolo determinante nelle elezioni e che vengano elette forze che sostengono il Cremlino”, ha affermato la Presidente moldava Maia Sandu al termine del colloquio col nostro Presidente Sergio Mattarella.

“A poche centinaia di chilometri da qui infuria la brutale guerra di aggressione scatenata dalla Federazione Russa. Il recente Vertice G7 ospitato dall’Italia ha confermato come la nostra volontà di assistere l’Ucraina non avrà cedimenti e proseguirà fino a quando necessario”. Sono state queste le parole pronunciate dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a seguito dell’incontro con la Presidente della Repubblica di Moldavia, Maia Sandu.

Fonte: ANSA

“Consigliamo alla NATO di smettere di scaricare le colpe e di seminare discordia, di non gettare benzina sul fuoco e istigare lo scontro, ma piuttosto di fare qualcosa di pratico per la soluzione politica della crisi”, ha dichiarato il portavoce del Ministero degli Esteri cinese, Lin Jian, dopo le accuse mosse dal Segretario generale NATO, Jens Stoltenberg, a Pechino di peggiorare il conflitto aiutando la ricostruzione dell’industria della difesa russa.

Secondo l’Institute for the Study of War, Vladimir Putin starebbe “selezionando” i suoi possibili successori al potere all’interno della propria famiglia. “Queste nomine – si legge nel comunicato dell’ISW – indicano che Putin preferisce nominare funzionari che considera leali al regime ed economisti per migliorare la base industriale della difesa della Russia; potrebbe anche cercare di selezionare possibili successori del suo regime tra i suoi figli e parenti, così come tra i figli di altri funzionari di alto rango”.

I soldati nordcoreani presenti nella zona demilitarizzata che divide le due Coree, sono entrati nel territorio del Sud prima di tornare indietro per via di colpi di avvertimento da parte dei militari di Seul. A dare la notizia, il Comando di Stato maggiore congiunto sudcoreano che ha reso noto, inoltre, di diverse esplosioni di mine che hanno ferito o ucciso alcuni soldati nordcoreani impegnati nello sgombero del terreno e nelle operazioni a ridosso del confine inter-coreano.

Putin ha assicurato alla Corea del Nord che la Russia la sosterrà “incrollabilmente” in futuro ed ha ringraziato il Governo coreano per il suo “fermo sostegno” alla guerra in Ucraina. Oggi e domani la visita di Stato del Capo del Cremlino a Pyongyang.

Fonte: RaiNews24

No dei creditori alla proposta di riduzione del debito di Kiev. Il Governo ucraino ha chiesto di accettare perdite maggiori al fine di finanziare i suoi sforzi militari contro gli attacchi russi. 

“Il Cancelliere Scholz ha già detto in un’intervista che alla prossima conferenza di pace dovrebbe essere invitata anche la Russia”, ha affermato Steffen Hebestreit, portavoce del Governo tedesco. “Sono cauto sulla possibilità che ci sia un’altra conferenza per la pace ancora entro quest’anno”, ha aggiunto il portavoce.

Il Portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha definito l’efficacia della Conferenza sulla Pace tenutasi in Svizzera “prossima allo zero”.

Secondo Serghei Naryshkin, Capo del servizio di intelligence esterno russo, qualora la “proposta di pace” dettata da Putin dovesse essere respinta da Kiev, l’Ucraina si troverebbe ad affrontare condzioni “più difficili e dure” per arrivare alla fine del conflitto. 

Diversi droni “kamikaze” ucraini hanno sconfinato colpendo un impianto metallurgico e strutture militari nelle regioni russe di Belgorod, Voronezh e Lipetsk nelle ore notturne. A riferirlo alla testata ‘Kyiv Independent’, una fonte dell’intelligence militare ucraina.

Il prossimo 26 giugno è stato fissato il processo al giornalista americano del ‘Wall Street Journal’, Evan Gershkovich, accusato di spionaggio e in carcere dal marzo del 2023 in Russia.

Fonte: ABC News – The Walt Disney Company

“Se la presenza di Putin è necessaria per tenere la conferenza, allora si può fare un’eccezione: nel caso dei negoziati di pace in Ucraina con la Russia, questa può essere un’eccezione”, ha reso noto Viola Amherd, Presidente della Svizzera.

Fonte: Bluewin

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà in visita a Chisinau e Bucarest. Tanto la Romania quanto la Moldavia sono Nazioni confinanti con il teatro di guerra ucraino e i timori di uno sconfinamento dell’aggressione russa sono sempre alti.

Iraq e Giordania hanno ritirato la loro firma dalla Dichiarazione congiunta del Vertice di Pace in Svizzera. Non sono state rese note le motivazioni. Il numero dei firmatari è sceso, così, da 80 a 78.

(121^ SETTIMANA)

A Kiev ha preso luogo la prima manifestazione del Gay Pride dopo l’invasione russa. L’attuale legge marziale rende più difficile ottenere permessi per manifestazioni. La prima marcia della comunità Lgbt+ si ebbe nel 2013. Successivamente, le altre sono avvenute tra il 2015 e il 2021 con regolarità.

Fonte: RaiNews24

“Alcuni paesi hanno deciso di non firmare, dobbiamo rispettare le opinioni di tutti: arriveranno. In 84 hanno firmato subito, per me è un grande successo. Certi paesi hanno la loro visione sulla guerra e c’è anche l’eredità storica dell’URSS nelle relazioni con alcuni paesi e questo va tenuto conto”, ha detto Volodymyr Zelensky commentando la decisione di alcune Nazioni di non firmare la Dichiarazione sulla Formula della Pace.  Ed ha aggiunto: “La Russia potrà avviare i negoziati con noi domani… ritirandosi dal nostro territorio, secondo la Carta delle Nazioni Unite”.

“Nessun Paese accetterebbe mai i termini vergognosi di Putin. Il percorso per la pace reale richiede determinazione, alla fine toccherà all’Ucraina decidere i termini di una pace giusta. Chiedo alla Russia di ascoltare la voce della comunità internazionale”, ha affermato la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen.

La traduzione integrale della “Dichiarazione congiunta sulla Formula di Pace”, firmata a Lucerna:

La guerra in corso della Federazione Russa contro l’Ucraina continua a causare sofferenze e distruzioni umane su larga scala e a creare rischi e crisi con ripercussioni globali per il mondo. Ci siamo riuniti in Svizzera il 15-16 giugno 2024 per rafforzare un dialogo di alto livello sui percorsi verso una pace globale, giusta e duratura per l’Ucraina. Abbiamo ribadito le risoluzioni A/RES/ES-11/1 e A/RES/ES-11/6 adottate dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite e sottolineato il nostro impegno a sostenere il diritto internazionale, compresa la Carta delle Nazioni Unite.

Questo vertice è stato costruito sulla base delle precedenti discussioni che hanno avuto luogo sulla base della Formula di pace dell’Ucraina e di altre proposte di pace che sono in linea con il diritto internazionale, compresa la Carta delle Nazioni Unite.

Apprezziamo profondamente l’ospitalità della Svizzera e la sua iniziativa di ospitare il Vertice ad alto livello come espressione del suo fermo impegno a promuovere la pace e la sicurezza internazionali.

Abbiamo avuto un proficuo, completo e costruttivo scambio di opinioni sui percorsi da seguire per una pace globale, giusta e duratura, basata sul diritto internazionale, compresa la Carta delle Nazioni Unite. In particolare, riaffermiamo il nostro impegno ad astenerci dalla minaccia o dall’uso della forza contro l’integrità territoriale o l’indipendenza politica di qualsiasi Stato, i principi della sovranità, dell’indipendenza e dell’integrità territoriale di tutti gli Stati, compresa l’Ucraina, all’interno dei loro confini internazionalmente riconosciuti, comprese le acque territoriali, e la risoluzione delle controversie con mezzi pacifici come principi del diritto internazionale.

Inoltre, abbiamo una visione comune sui seguenti aspetti cruciali:

1) In primo luogo, qualsiasi uso dell’energia nucleare e delle installazioni nucleari deve essere sicuro, protetto e rispettoso dell’ambiente. Le centrali e gli impianti nucleari ucraini, compresa la centrale nucleare di Zaporizhzhia, devono operare in modo sicuro e protetto sotto il pieno controllo sovrano dell’Ucraina, in linea con i principi dell’AIEA e sotto la sua supervisione.

Qualsiasi minaccia o uso di armi nucleari nel contesto della guerra in corso contro l’Ucraina è inammissibile.

2) In secondo luogo, la sicurezza alimentare globale dipende dalla produzione e dalla fornitura ininterrotta di prodotti alimentari. A questo proposito, la navigazione commerciale libera, completa e sicura, così come l’accesso ai porti marittimi del Mar Nero e del Mar d’Azov, sono fondamentali. Gli attacchi alle navi mercantili nei porti e lungo l’intera rotta, così come ai porti civili e alle infrastrutture portuali civili, sono inaccettabili.

La sicurezza alimentare non deve essere strumentalizzata in alcun modo. I prodotti agricoli ucraini devono essere forniti liberamente e in modo sicuro ai Paesi terzi interessati.

3) In terzo luogo, tutti i prigionieri di guerra devono essere rilasciati attraverso uno scambio completo. Tutti i bambini ucraini deportati e sfollati illegalmente e tutti gli altri civili ucraini detenuti illegalmente devono essere restituiti all’Ucraina.

Riteniamo che il raggiungimento della pace richieda il coinvolgimento e il dialogo di tutte le parti. Abbiamo pertanto deciso di intraprendere in futuro passi concreti nelle aree sopra menzionate con un ulteriore impegno dei rappresentanti di tutte le parti.

La Carta delle Nazioni Unite, compresi i principi del rispetto dell’integrità territoriale e della sovranità di tutti gli Stati, può servire e servirà come base per raggiungere una pace globale, giusta e duratura in Ucraina.

“Siamo in guerra, non abbiamo tempo, il lavoro per il prossimo vertice deve prendere mesi, non anni”, ha dichiarato Volodymyr Zelensky al termine del summit.

Fonte: RaiNews24

Conclusa al Burgenstock la Conferenza di Pace sull’Ucraina.

Il comunicato finale (che non tutte le Nazioni presenti al vertice di Pace in Svizzera hanno firmato) “riafferma l’integrità territoriale” dell’Ucraina e stabilisce che “il dialogo tra tutte le parti è necessario per porre fine alla guerra”. Sollecita inoltre il completo scambio di prigionieri di guerra nonché il ritorno dei bambini deportati dalla Russia.

Brasile, India, Indonesia, Arabia saudita, Messico e Sud Africa non hanno firmato il documento finale della Conferenza di Pace sull’Ucraina. Le Nazioni che, invece, hanno sottoscritto il documento sono state: Albania, Andorra, Argentina, Austria, Belgio, Benin, Bosnia, Bulgaria, Capo Verde, Canada, Cile, Costa Rica, Consiglio d’Europa, Croazia, Cipro, Repubblica ceca, Danimarca, Repubblica domenicana, Ecuador, Estonia, Commissione europea, Parlamento europeo, isole Fiji, Finlandia, Francia, Gambia, Georgia, Germania, Ghana, Grecia, Guatemala, Ungheria, Islanda, Iraq, Irlanda, Israele, Italia, Giappone, Giordania, Kenya, Kosovo, Lituania, Lettonia, Liberia, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Moldova, principato di Monaco, Montenegro, Olanda, Nuova Zelanda, Macedonia del Nord, Norvegia, Palau, Perù, Filippine, Polonia, Portogallo, Qatar, Corea del sud, Romania, Ruanda, San Marino, Serbia, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Somalia, Spagna, Suriname, Svezia, Svizzera, Turchia, Ucraina, Gran Bretagna, Stati Uniti e Uruguay. 

Fonte: RaiNews24

Una nota del Ministero della Difesa russo ha reso noto che l’esercito ha preso il controllo del villaggio di Zahirne, sito nella regione ucraina di Zaporizhzhia.

Fonte: RaiNews24

“La pace non significa resa, come Putin sembra suggerire. Confondere la pace con la soggiogazione sarebbe un pericolo precedente per tutti”, ha detto la Premier Giorgia Meloni intervenendo alla plenaria del vertice di Pace in Svizzera.

Fonte: Fanpage

Dmitry Peskov, Portavoce del Cremlino, ha dichiarato che il Presidente Putin non esclude di poter intrattenere colloqui con l’Ucraina a patto che ci siano garanzie volte ad assicurare la credibilità di qualsiasi negoziato.

Il Cancelliere austriaco Karl Nehammer ha affermato che la dichiarazione finale della Conferenza di pace a Lucerna non avrà un sostegno unanime.

I terroristi che hanno preso in ostaggio le guardie carcerarie sono stati neutralizzati e gli agenti liberati. A riferirlo, il servizio stampa del Servizio penitenziario federale. 

Fonte: RaiNews24

I servizi di emergenza hanno riferito che sei detenuti, armati di coltelli ed asce, hanno chiesto un’auto per scappare dal carcere in cui erano rinchiusi. I detenuti hanno affermato di essere membri dell’ISIS.

Due guardie carcerarie sono ostaggio di alcuni membri dell’ISIS in un centro penitenziario nella regione di Rostov, nel sud della Russia. 

Fonte: RaiNews

I media ucraini hanno specificato come il comunicato del Vertice di Pace in Svizzera diffuso stanotte dagli organi di stampa internazionali sia una bozza datata 13 giugno su cui non è stato ancora raggiunto un accordo ufficiale tra i partecipanti.

Per il Ministro degli Esteri turco Hakan Fidan, il vertice sulla Pace in Ucraina sarebbe stato “più orientato ai risultati” se la Russia avesse partecipato ai colloqui.

Zelensky è “il maggior venditore della Storia. Ogni volta che viene in questo paese va via con 60 miliardi di dollari. Poi quando torna a casa ne ha bisogno di altri”, ha affermato il candidato alla Casa Bianca ed ex Presidente, Donald Trump.

La foto conclusiva della prima giornata del vertice

Fonte: RSI

“La posizione dell’Italia è chiara: il vertice è un appello alla pace. Signor Zelensky, conti sull’Italia, conti su di noi”, ha affermato il Ministro degli Esteri Tajani presente alla conferenza di Pace per l’Ucraina in Svizzera.

Fonte: RaiNews

“Putin non ha interesse in una pace autentica: ha lanciato una campagna diplomatica contro questo summit ordinando a Paesi di starne lontano”, ha affermato il Premier britannico Rishi Sunak al vertice in Svizzera.

“La Russia deve essere al tavolo. Ci siamo riuniti qui. Il Mahatma Gandhi dice che occhio per occhio renderà l’umanità cieca. Come l’invasione dell’Ucraina era illegale e inaccettabile, l’appropriazione unilaterale degli asset russi è ugualmente illegale, inaccettabile e una deroga dalla Carta delle Nazioni Unite”. Sono state queste le parole dell’intervento del Presidente del Kenya, William Ruto.

Fonte: ANSA

Zelensky ha incontrato il Patriarca ortodosso di Costantinopoli, Bartolomeo.

Fonte: Agenpress

“Noi, la comunità internazionale, dobbiamo restare uniti per sostenere l’Ucraina nella sua ricerca della pace”, ha scritto su X la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, giunta in Svizzera per il summit.

Fonte: RaiNews24

“Questa guerra rimane un fallimento totale per il presidente russo Vladimir Putin: è nel nostro interesse sostenere le norme internazionali”, ha affermato la Vicepresidente americana Kamala Harris giunta in Svizzera per incontrare il Presidente Zelensky. Ed ha aggiunto che il sostegno degli USA all’Ucraina è “incrollabile”.

Fonte: ANSA

Fonte: Quotidiano Nazionale

“Ho incontrato la Presidente della Georgia, Salome Zourabichvili, a margine del Global Peace Summit. Abbiamo discusso di questioni di cooperazione bilaterale e di sfide alla sicurezza per i nostri paesi. Ha parlato del terrore aereo russo contro il sistema energetico ucraino. Il nostro paese sta facendo ogni sforzo possibile per ripristinare la produzione di elettricità. Questo è molto importante per noi. Siamo insieme. Grazie per il vostro sostegno. Sono sicuro che arriverà il giorno in cui l’Ucraina e la Georgia saranno nell’Unione europea, insieme e per sempre “, ha detto Zelensky.

Fonte: RaiNews24

“Se la conferenza in Svizzera si propone di salvare il Mondo, allora discuta la proposta di Vladimir Putin. Il presidente russo ha detto tutto e ha mostrato la vera via verso la pace. Solo chi non vuole la pace non può vedere, non può capire” ha affermato Maria Zakharova, portavoce del Ministero degli Esteri russo. L’ufficio del Leader ucraino ha respinto la proposta del Cremlino. 

Al via la ‘Conferenza di pace’. “Qui oggi diamo una possibilità alla diplomazia. Tutti i Continenti sono rappresentati e anche se alcuni leader non sono presenti abbiamo già avuto successo nel creare l’idea che una pace giusta possa esistere. Ogni nazione, grande o piccola, qui può proporre le sue idee e quello che sarà deciso sarà parte del processo di pace: stiamo facendo la storia”, ha dichiarato il Presidente Zelensky nel suo discorso di apertura del Vertice.

Fonte: RaiNews24

Fonte: ANSA

Fonte: RaiNews24

Un enorme incendio si è sviluppato a causa dell’esplosione di un gasdotto nella regione russa di Saratov. La fiammata ha raggiunto un’altezza di 5 metri. 

Fonte: RaiNews24

“A differenza di quanto qualcuno sperava o preconizzava, il G7 ha rafforzato il sostegno all’Ucraina, con un accordo tutt’altro che scontato”, ha detto, in conferenza stampa, il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni.

“Qui oggi diamo una possibilità alla diplomazia. Tutti i continenti sono rappresentati e anche se alcuni leader non sono presenti abbiamo già avuto successo nel creare l’idea che una pace giusta possa esistere. Ogni nazione, grande o piccola, qui può proporre le sue idee e quello che sarà deciso sarà parte del processo di pace: stiamo facendo la storia”, ha affermato Volodymyr Zelensky aprendo il Vertice di Pace di Lucerna.

Secondo un alto funzionario europeo si starebbe già pensando “a un secondo vertice di pace in Arabia Saudita, con la possibile partecipazione della Russia”. Tale incontro, però, richiederebbe l’accettazione da parte del Cremlino dei principi fondamentali della Carta dell’Onu e quindi tutto “è ancora in alto mare”.

Zelensky è arrivato al Burgenstock, il resort vicino Lucerna.

Fonte: RaiNews24

Fonte: Ticinonews.ch

La Cina ha esortato Russia ed Ucraina “a incontrarsi a metà strada” e “ad avviare tempestivamente i colloqui di pace per raggiungere un cessate il fuoco e la fine della guerra”. Lo ha dichiarato il Vice rappresentante permanente della Cina presso l’ONU, Geng Shuang.

Il vertice di Lucerna “innervosisce” Putin, ha affermato il Cancelliere tedesco Olaf Scholz in un’intervista all’emittente tedesca NTV.

“Metterò fine alla guerra fra Russia e Ucraina ancora prima di entrare alla Casa Bianca, ed eviterò la terza guerra mondiale a cui siamo vicini”, ha affermato l’ex Presidente e candidato alla Casa Bianca per le prossime elezioni, Donald Trump.

Al via il primo vertice di Pace in Ucraina organizzato a Lucerna in Svizzera da Zelensky, giunto nelle scorse ore. Non ci sarà alcuna rappresentanza russa. A partecipare al summit, oltre 50 Capi di Stato e di Governo.

Fonte: RaiNews24

I leader del G7 hanno adottato la dichiarazione finale.

Fonte: RaiNews

Fonte: www.g7italy.it

“Attendiamo con ansia i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi ed esortiamo tutti i paesi a osservare la tregua olimpica individualmente e collettivamente, come prescritto dalla risoluzione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite ‘Costruire un mondo pacifico e migliore attraverso lo sport e l’ideale olimpico’ adottata il 15 novembre 2023”. È quanto si legge nelle conclusioni della dichiarazione finale del G7 di Borgo Egnazia.

I Paesi G7 hanno espresso “profonda preoccupazione per il potenziale trasferimento di tecnologia missilistica nucleare o balistica alla Corea del Nord” e la cooperazione militare con la Russia.

“Con la Cina cerchiamo relazioni costruttive e stabili e riconosciamo l’importanza di un impegno diretto e schietto per esprimere preoccupazioni e gestire le differenze”, hanno dichiarato gli esponenti del G7.

Il Presidente turco Erdogan, ha affermato che “è importante per il mondo islamico essere unito contro le politiche di genocidio messe in pratica da Israele nei territori palestinesi”. È stata la stessa Presidenza turca a riportare le parole del Leader durante l’incontro col Presidente degli Emirati Arabi Uniti, Mohammed Bin Zayed Al Nahyan, al G7. 

“Ho incontrato il papa e l’ho ringraziato per le sue preghiere per la pace in Ucraina, la sua vicinanza spirituale al nostro popolo e gli aiuti umanitari per gli ucraini”, ha scritto Zelensky su X.

Il Presidente turco Erdogan, ha affermato che “è importante per il mondo islamico essere unito contro le politiche di genocidio messe in pratica da Israele nei territori palestinesi”. È stata la stessa Presidenza turca a riportare le parole del Leader durante l’incontro col Presidente degli Emirati Arabi Uniti, Mohammed Bin Zayed Al Nahyan, al G7. 

“Il Presidente americano Joe Biden ha lodato la Premier Giorgia Meloni per il costante supporto dell’Italia all’Ucraina” riporta una nota della Casa Bianca.

“La Russia deve porre fine alla sua guerra illegale di aggressione e pagare per i danni che ha causato all’Ucraina. Secondo la Banca Mondiale, questi danni superano ormai i 486 miliardi di dollari” si legge nel comunicato del G7. 

“Putin ha occupato illegalmente il territorio ucraino sovrano e non è in alcuna posizione di dettare all’Ucraina cosa deve fare per portare la pace” ha detto il Segretario Usa alla Difesa, Lloyd Austin.

Papa Francesco parla dell’IA (Intelligenza Artificiale) al G7, definendola una rivoluzione tanto positiva quanto pericolosa: “Solo se sarà garantita la loro vocazione al servizio dell’umano, gli strumenti tecnologici riveleranno non solo la grandezza e la dignità unica dell’essere umano, ma anche il mandato che quest’ultimo ha ricevuto di ‘coltivare e custodire’ il pianeta e tutti i suoi abitanti. Parlare di tecnologia è parlare di cosa significhi essere umani e quindi di quella nostra unica condizione tra libertà e responsabilità, cioè vuol dire parlare di etica”. E ancora: “In un dramma come quello dei conflitti armati è urgente ripensare lo sviluppo e l’utilizzo di dispositivi come le cosiddette ‘armi letali autonome’ per bandirne l’uso, cominciando già da un impegno fattivo e concreto per introdurre un sempre maggiore e significativo controllo umano. Nessuna macchina dovrebbe mai scegliere se togliere la vita ad un essere umano”.

Fonte: RaiNews

Arrivo di Papa Francesco al tavolo dei Leader del G7 e dei Capi di Stato e di Governo delle Nazioni ospiti del Forum.

Fonte: RaiNews

L’incontro Meloni-Biden ha evidenziato il comune impegno per un accordo al conflitto a Gaza per la fine delle ostilità, la liberazione degli ostaggi e il rafforzamento del sostegno umanitario alla popolazione civile, come una nota di Palazzo Chigi ha riportato.

“Ribadiamo la nostra condanna alla complicità del regime bielorusso nella guerra della Russia contro l’Ucraina”. È quanto riportato nel comunicato finale del G7.

“Il Partenariato del G7 per le infrastrutture e gli investimenti globali, comprese iniziative come il Global Gateway UE, offre un quadro che utilizzeremo per promuovere la nostra visione di infrastrutture sostenibili, resilienti ed economicamente sostenibili in Africa, sostenute da una selezione trasparente di progetti, appalti, e finanza. In questo senso, accogliamo con favore il Piano Mattei per l’Africa lanciato dall’Italia”, si legge nella dichiarazione del G7. 

“Accogliamo con favore il vertice sulla pace in Ucraina previsto in Svizzera il 15 e 16 giugno. Continueremo a lavorare per ottenere il più ampio sostegno internazionale possibile ai principi e agli obiettivi chiave della Formula di Pace del presidente Zelensky. Il nostro obiettivo finale rimane una pace giusta, duratura e globale in linea con il diritto internazionale, la Carta dell’ONU e i suoi principi, nonché il rispetto della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina. Continueremo a sostenere l’Ucraina per tutto il tempo necessario”, si legge nella dichiarazione finale del G7.

Papa Francesco ha incontrato al G7, il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Fonte: ANSA

“Kiev avrebbe dovuto garantire la cosiddetta servitù, il diritto legale d’accesso della Russia alla penisola di Crimea attraverso le regioni di Kherson e Zaporizhzhia” ha dichiarato Putin.

Fonte: RaiNews24

“Mentre combattiamo una guerra giusta, difendendo il nostro popolo, la Francia ha adottato politiche ostili contro Israele. Così facendo, la Francia ignorale atrocità commesse da Hamas contro i bambini, le donne e gli uomini israeliani. Israele non parteciperà al quadro trilaterale proposto dalla Francia”. È quanto riportato sul social X dal Ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant in risposta alle dichiarazioni di Macron al G7 in cui, il Capo dell’Eliseo, ha evocato “una trilaterale Israele-Usa-Francia per portare avanti la road map” per allentare le tensioni al confine tra Libano e Israele.

Il G7 promette di “sostenere per tutto il tempo necessario” l’Ucraina. È quanto riportato nella bozza del comunicato finale del Vertice.

“Oggi facciamo una proposta reale di pace, stiamo parlando non del congelamento del conflitto ma della sua cessazione totale. Noi esortiamo a voltare la tragica pagina della Storia e ripristinare gradualmente le relazioni con l’Ucraina e l’Europa”, ha affermato Putin. L’idea del Presidente russo è che l’Ucraina ritiri le sue truppe dal Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporižžja e rinunci all’adesione alla NATO.

“La SBU (servizio di sicurezza ucraino, n.d.r.) ha arrestato il capo di uno dei dipartimenti del Consiglio comunale di Khmelnytsky, che lavorava per il servizio di sicurezza federale russo”. È quanto riferito dai servizi ucraini su Telegram.

Papa Francesco è giunto a Borgo Egnazia accolto dalla Premier Giorgia Meloni.

Fonte: RaiNews

“La missione in Corea del Nord avrà luogo tra pochi giorni” ha detto un alto funzionario dell’Ufficio presidenziale sudcoreano in riferimento alla presenza del Capo del Cremlino Putin nel Paese. Si tratta della prima visita a Pyongyang in 24 anni per rafforzare la cooperazione militare.

“Il pacchetto da 40 miliardi all’anno per l’Ucraina è un discorso posticipato. I 40 miliardi non ci sono, l’Italia ha detto che non è d’accordo a un impegno di questo tipo, che avrebbe significato per noi 3,5 miliardi all’anno aggiuntivi, dato che già facciamo difficoltà ad arrivare al 2%. Quando raggiungeremo il 2%, discuteremo di ulteriori investimenti”, ha affermato il Ministro della Difesa, Guido Crosetto, a margine della ministeriale NATO.

È iniziata la bilaterale tra Meloni-Biden.

Fonte: Il Giornale dell’Umbria

Gli auguri dei Leader ad Olaf Scholz per il suo compleanno.

Fonte: Sky TG24

L’accordo di sicurezza concluso tra gli Stati Uniti e l’Ucraina ieri durante il G7 in Italia, “non hanno forza legale” e sono “una messa in scena”. È quanto afferma la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Il Papa è partito alla volta di Borgo Egnazia (Puglia) per partecipare al G7. L’elicottero è decollato poco dopo le 10.30 dall’eliporto Vaticano, come comunicato dalla Sala stampa della Santa Sede.

L’accordo sulla sicurezza che verrà siglato oggi da Ucraina e Giappone prevede la fornitura di equipaggiamenti non letali e la cooperazione in materie come l’intelligence e lo sminamento.

Giorgia Meloni ha aperto la seconda giornata del G7: in agenda un panel sull’Indo-Pacifico e la sicurezza economica nonché la sessione, a cui prenderà parte Papa Francesco sulla questione dell’Intelligenza artificiale, energia, Africa/Mediterraneo’. In serata, le conclusioni del vertice ed il concerto di Andrea Bocelli. La Premier ha definito questa come “giornata storica” in riferimento alla partecipazione di Papa Francesco. 

“L’Ucraina ha il diritto all’autodifesa e significa anche, se hai truppe russe che si ammassano al di là del confine, usare le armi per fermarle. Dal punto di vista del diritto internazionale e del senso comune, Kiev ha il diritto di colpire le forze russe mentre si organizzano per entrare in Ucraina”, ha affermato il Ministro degli esteri britannico David Cameron in un’intervista a “Il Corriere della Sera”.

L’accordo sull’uso degli extra profitti degli asset russi per Kiev “è un segnale forte che stiamo inviando all’Ucraina che sosterremo l’Ucraina nella sua lotta per la libertà per tutto il tempo necessario. È anche un segnale forte a Putin, che non può durare più a lungo e che dovrebbe tenere a mente che c’è un sostegno europeo di 50 miliardi di euro, c’è il sostegno americano di 60 miliardi di dollari e ora arriva un pacchetto G7 di 50 miliardi di dollari”, ha dichiarato Ursula von der Leyen a margine dei lavori del G7. 

Zelensky su X postando le foto della riunione con i Grandi a Borgo Egnazia: “Al vertice G7. Chiaro sostegno all’Ucraina, al diritto internazionale e a una pace giusta. Ogni giorno rafforziamo le nostre posizioni e la nostra difesa della vita. Ogni incontro serve a dare all’Ucraina nuove opportunità di vittoria. Sono grato a tutti i nostri partner”. 

Fonte: RaiNews24

“Le grandi economie libere raccolte nel G7 continuano certamente a esercitare una rilevante forza di attrazione e d’influenza, ma, naturalmente, in un mondo multipolare, questa esperienza si confronta con tentativi di dar vita a schemi alternativi se non contrapposti. La capacità di costruire partenariati con quella parte del mondo che, nelle fisiologiche differenze, è disponibile al dialogo sulle nostre opzioni, è il naturale orizzonte al quale guardare” ha affermato il Presidente Sergio Mattarella nel brindisi della cena al G7.

Fonte: RaiNews

Incontro a margine del vertice G7 tra la Premier Meloni e il Presidente Zelensky.

Fonte: Il Mattino

Il Primo Ministro indiano, Narendra Modi, si è detto “lieto” che la sua prima visita del suo terzo mandato consecutivo “sia in Italia per il G7”. Prima di partire per la Puglia, Modi ha spiegato che nella sessione allargata di domani “ci si concentrerà sull’intelligenza artificiale, l’energia, l’Africa e il Mediterraneo. Sarà un’opportunità per stabilire maggiore sinergia tra i risultati del vertice del G20 tenutosi sotto la presidenza indiana e l’imminente G7 e per deliberare su questioni che sono cruciali per il Sud globale”.

“La Francia è sempre più coinvolta nel conflitto con l’Ucraina, questo aumenta il rischio di uno scontro diretto con la Russia”, ha dichiarato, in una nota, il Ministero degli Esteri russo.

“Vogliamo sostenere il diritto internazionale umanitario in Medio Oriente. Abbiamo tre obiettivi principali: il primo è un cessate il fuoco immediato. Stiamo sostenendo tutti gli sforzi compiuti dai mediatori per rendere possibile questo cessate il fuoco e il rilascio di tutti gli ostaggi. Il secondo punto è facilitare l’accesso umanitario. La situazione è terribile, tragica ed è nostra responsabilità fare il massimo sforzo per fornire un’assistenza più immediata sul campo. Terzo punto crediamo nella soluzione a due Stati. E sappiamo che pace  e sicurezza vanno di pari passo ed è per questo che dobbiamo  rilanciare un percorso politico che renda possibili al più presto la  soluzione dei due Stati il prima possibile”. Così, il Presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel, in una dichiarazione rilasciata a margine dei lavori.

Iniziata la seduta del G7 dedicata alla crisi in Ucraina.

Zelensky è arrivato al G7.

Fonte: RaiNews

Papa Francesco si incontrerà domani coi Presidenti Biden, Zelensky, Macron ed Erdogan. All’arrivo del Papa ci sarà la Premier Meloni ad accogliere il Pontefice. L’arrivo di Bergoglio è previsto alle 12.30 per ripartire alle 19.45 e avrà dieci incontri bilaterali in totale.

“Oggi il G7 di Bari mostrerà unità. Unità per la libertà dell’Ucraina. Lavoriamo per un ulteriore sostegno finanziario”, ha dichiarato la Von der Leyen.

È iniziato il G7 in Puglia. La presidenza italiana, nella figura del Primo Ministro Giorgia Meloni, ha accolto i partner delle Nazioni facenti parte dei Grandi della Terra. E proprio la Presidente Meloni ha parlato di un “ruolo insostituibile nelle crisi che mettono a repentaglio le nostre libertà”. “Sono certa che riusciremo in questi giorni a portare avanti un confronto che regalerà risultati concreti e misurabili”, ha affermato la Premier.

Fonte: RaiNews

Fonte: Puglia Press

“Gli accordi bilaterali sulla sicurezza saranno firmati durante gli incontri con il Presidente americano Joe Biden e il Primo Ministro giapponese Fumio Kishida. Il documento con gli Stati Uniti sarà senza precedenti, come dovrebbe essere per i leader che sostengono l’Ucraina”, ha scritto Zelensky sui social.

Giunti a Borgo Egnazia anche i Leader Macron, Scholz, Kishida, Trudeau e Sunak e Biden.

Fonte: RaiNews

Fra i primi ad arrivare all’appuntamento dei Grandi, la Presidente della Commissione UE, Ursula von der Leyen ed il Presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel.  Dopo la foto ufficiale, i Capi di Stato e di Governo inizieranno la prima sessione dedicata all’Africa, al cambiamento climatico e allo sviluppo. Al loro arrivo, i leader firmano un pannello con il logo del G7 italiano.

Fonte: RaiNews

Zelensky ha dichiarato che dal vertice del G7 si aspetta “decisioni importanti”. Il Leader ucraino è atteso nel pomeriggio a Borgo Egnazia.

Vladimir Putin ha incontrato i Comandanti delle truppe russe impegnate in quella che il Cremlino definisce “zona operativa militare speciale”. “L’impressione è stata molto buona, positiva. Tutte queste persone sono mature, serie, ma piuttosto giovani in termini di età. Sono professionisti che si dedicano totalmente al loro lavoro e sono consapevoli di quello che fanno oggi e di quello che dovremo fare domani e dopodomani”, ha detto Putin.

I protagonisti del G7 “sperano” di trovare già oggi un accordo sul sostegno all’Ucraina, come dichiarato dalla Casa Bianca.

“I paesi dell’Unione Europea si rendono conto che Washington li sta coinvolgendo in uno scontro diretto con la Russia sotto la bandiera della NATO?”, ha scritto su Telegram la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Al via oggi il vertice del G7 a Borgo Egnazia, in Puglia. Nella notte sono giunti Joe Biden con l’Air Force One, atterrato a Brindisi poco dopo le 23, e a ruota sono atterrati gli aerei del Presidente canadese Justin Trudeau e del giapponese Fumio Kishida.

Fonte: G7 Italia

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

Il Primo Ministro inglese Rishi Sunak annuncerà al G7, aiuti all’Ucraina fino a 242 milioni di sterline.

“Tutto ciò che la NATO sta facendo oggi è preparare un possibile scontro con la Russia; è tornata agli schemi di sicurezza della Guerra Fredda”, ha detto il Viceministro degli Esteri russo Alexander Grushko, in un’intervista rilasciata al quotidiano Izvestia. 

I leader del G7 chiederanno a Pechino di consentire e sostenere la guerra della Russia contro l’Ucraina. È quanto si apprende dall’Agenzia Bloomberg che ha riportato il contenuto della bozza della dichiarazione finale legata all’incontro che prenderà il via in Puglia.

Dmitry Medvedev, vicepresidente del Consiglio di sicurezza nazionale russo, ha pubblicato su Telegram l’immagine di una cartina politica russa che comprende l’intera Nazione dell’Ucraina.

Fonte: HuffPost

Tre navi russe e un sottomarino a propulsione nucleare giungeranno oggi a Cuba con lo scopo di esercitazioni militari nel Mar dei Caraibi, davanti alle coste americane. Le manovre dureranno fino al prossimo lunedì. Da Cuba è giunta la rassicurazione che nessuna delle navi trasporta armi nucleari e la Casa Bianca ha dichiarato che le esercitazioni “non rappresentano una minaccia diretta per gli Stati Uniti”.

“Stiamo contribuendo con un nuovo pacchetto di 138 milioni di euro per la riparazione di infrastrutture energetiche cruciali, aiuti umanitari e iniziative di ricostruzione da parte delle imprese”, ha scritto su X il primo ministro nederlandese Mark Rutte.

Attacchi russi, nelle ore notturne, in diverse regioni ucraine. Anche a Kiev sono state segnalate esplosioni. 

“Al G7 saranno annunciate nuove sanzioni contro la Russia”, ha dichiarato il portavoce del consiglio per la sicurezza nazionale americana, John Kirby, nel corso di un incontro con alcuni giornalisti. E per quel che riguarda il Presidente Biden, questi “non vede l’ora di essere in Italia per avere questi importanti colloqui”, ha aggiunto Kirby.

“Noi chiuderemo questa guerra nell’interesse di tutti i figli, la chiuderemo alle nostre condizioni”. Così, il Presidente ucraino Zelensky ha parlato al Bundestag (una delle due camere del parlamento tedesco), aggiungendo che “il tempo per i compromessi è finito”.

Fonte: Adnkronos

Fonte: il manifesto

La Cina ha fatto sapere, attraverso il portavoce del Ministero degli Esteri, Lin Jian, che non c’è intenzione “di accettare alcuna sanzione unilaterale illegale: la normale cooperazione economica e commerciale tra Cina e Russia non sarà interrotta da alcun soggetto terzo”.

“Noi crediamo che i negoziati dell’Ucraina per l’ingresso in Ue dovrebbero iniziare già alla fine del mese”, ha detto Ursula von der Leyen a Berlino.

“Noi dobbiamo vincere questa guerra”, ha detto Zelensky in visita a Berlino per la conferenza di ricostruzione dell’Ucraina.

Fonte: RaiNews24

La Russia ha temporaneamente sospeso l’accordo di collaborazione globale con l’Iran. Zamir Kabulov, funzionario del Ministero degli Esteri russo, ha spiegato che la sospensione è stata legata a ”problemi che hanno i nostri partner iraniani”, senza specificare di quali problemi si tratti.

Un caccia russo Su-34 si è schiantato sulle montagne dell’Ossezia del Nord nel corso di un addestramento. Morti i piloti. Il Ministero della Difesa russo ha reso noto che “l’aereo si è schiantato in una zona disabitata. Non è stato causato alcun danno a terra”. Si pensa ad un guasto tecnico.

Zelensky è giunto ieri a Berlino e si è incontrato col Cancelliere tedesco Olaf Scholz.

L’ex Premier ucraino, Yulia Timoshenko, è stata inserita nell’elenco dei nomi più ricercati dalla Russia. Timoshenko è ricercata per un reato penale.

Denis Pushilin, capo dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk, ha affermato che “più del 60% della Repubblica è stata liberata, se guardiamo solo in termini territoriali. Tuttavia, un certo numero di grandi città rimane sotto l’occupazione nemica”. Il riferimento è legato alle forze russe che oggi controllano più del 60% della regione dell’Ucraina orientale.

Fonte: Wikipedia

Esplosioni in Crimea. Lo ha reso noto su Telegram, il Crimean Wind.

(120^ SETTIMANA)

La popolazione di Kharkiv, formata da uomini e donne di diversa età, ha ricevuto l’addestramento alle armi per la difesa del territorio dal nemico russo.

Fonte: RaiNews24

Per il Primo ministro ungherese Viktor Orban, la guerra in Ucraina potrà risolversi se “le forze di pace” vinceranno le elezioni nell’Unione europea e negli Stati Uniti.

Fonte: RaiNews24

“Continueremo a prevenire che ci sia un’escalation. Non ci saranno soldati dei nostri Paesi in Ucraina, e neanche della NATO”, ha affermato il Cancelliere tedesco Olaf Scholz.

È stata la prima volta dall’inizio del conflitto: un nucleo di droni è stato lanciato a circa 700 km di distanza dalla linea del fronte fino a raggiungere l’estremità del Caucaso, nell’Ossezia del nord, per colpire una base militare da cui decollano i caccia russi.

“La teoria della vittoria di Putin si basa sulla capacità della Russia di resistere e superare l’assistenza occidentale promessa all’Ucraina e gli sforzi ucraini di mobilitare più economia e popolazione per lo sforzo bellico, indicando che Putin probabilmente ritiene che le forze russe saranno in grado di sfruttare il loro vantaggio in termini di uomini e materiali per sopraffare le forze ucraine”. È quanto si legge nel rapporto dell’Istituto per lo studio della guerra (ISW).

Biden promette 225 milioni di dollari di nuovi aiuti militari a Kiev.

“Siamo soddisfatti dell’atmosfera isterica che prevale a Mosca a causa del vertice di pace. Lo vediamo nelle loro azioni e nei tentativi di impedire lo svolgimento del vertice. Capiscono che la posta in gioco è il mito russo di dividere il mondo tra Europa e America, che sostengono l’Ucraina, e il resto del mondo, che sostiene la Russia”. A parlare, il Ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba in un’intervista a Ukrinform.

Le forze russe hanno sferrato un attaccato con droni e colpi di mortaio in sei comunità site nella regione di Sumy.

“E’ possibile raggiungere gli obiettivi che abbiamo di fronte più velocemente? Lo è, ma con perdite che sarebbero direttamente proporzionate. La velocità è importante, ma avere a cuore la vita e la salute dei nostri ragazzi che combattono al fronte è molto più importante. Non abbiamo bisogno delle armi nucleari per la vittoria finale”, ha affermato il Presidente Putin rispondendo a una domanda al Forum economico internazionale di San Pietroburgo.

Fonte: RaiNews24

Un’accelerazione è in corso da parte degli Ambasciatori UE per esaminare i progressi compiuti da Ucraina e Moldova in merito all’adesione all’Europa unita. Secondo alcune fonti diplomatiche, la Commissione nonché la Presidenza Belga vorrebbero avviare la conferenza intergovernativa prima del mandato della Presidenza ungherese che, al contrario, chiede maggiori garanzie economiche.

Zelensky ha parlato all’Assemblea nazionale francese, sostenendo che “un giorno potremo vedere gli aerei nel cielo dell’Ucraina come in Normandia. I cuori francesi ci hanno augurato coraggio e ringrazio le famiglie francesi. Possiamo contare sul vostro sostegno, sulle vostre armi, sulla vostra formazione”. Il Leader ucraino si è poi rivolto al Presidente Macron, ringraziandolo per non aver “lasciato l’Ucraina in un momento decisivo”.

Fonte: RaiNews24

Zelensky alla cerimonia militare agli Invalides a Parigi.

Fonte: RaiNews24

“É inutile che si continui a chiedere al ministro della difesa di comunicare quali aiuti e armamenti forniamo a Kiev. Sono informazioni segrete, lo sono per una scelta fatta dal governo Draghi e proseguita con il governo Meloni e io mi sono comportato in modo serio, dato che la situazione è seria. Quindi smettiamola in queste materie non servono speculazioni di basso livello e sicuramente non sarò io a infrangere una legge dello Stato”: ha detto, in un’intervista al Corriere della Sera, il Ministro della Difesa, Guido Crosetto.

Bandiere ucraine sulle centinaia di tombe di soldati morti negli scontri di Kharkiv.

Fonte: RaiNews24

Vladimir Putin visiterà Astana i prossimi 3 e 4 luglio e parteciperà al vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (SCO), come riferito dall’aiutante del Cremlino, Yury Ushakov.

Un nuovo pacchetto di aiuti targato U.S.A. all’Ucraina per un valore di 225 milioni di dollari, verrà presto stanziato dal Governo Biden.

“L’Ucraina può usare armi americane per colpire in Russia, ma solo fino a 200 miglia dal confine. Non su Mosca”, ha affermato il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, nel corso di un’intervista alla ABC. Non è tardata la replica del Cremlino: “Risponderemo lo stesso”.

Tajani: “Putin sta conducendo una guerra ibrida e cerca di influenzare le elezioni europee, cercando di dividere l’occidente. Ma siamo tutti uniti a difesa dell’Ucraina. Detto questo, noi vogliamo la pace e siamo per l’uso delle armi italiane solo per la difesa all’interno del territorio ucraino. Non è in ballo l’unità della NATO”.

La possibilità per l’Ucraina di usare le armi inviate dall’Occidente in territorio russo “non rimarrà senza conseguenze”, ha affermato il Portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

“La NATO non ha intenzione di schierare forze in Ucraina. Ci stiamo concentrando su come possiamo stabilire un sostegno più forte per l’Ucraina e su come stabilire un impegno finanziario per tutto il tempo necessario” ha detto il Segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg.

Dmitry Medvedev, ex Presidente della Federazione russa, ha salutato con gioia le parole del Capo del Cremlino Putin precisando come l’America e i suoi alleati devono “sperimentare l’uso diretto delle armi russe” contro di loro. Putin, infatti, ha avanzato l’ipotesi di piazzare missili russi in “regioni del mondo” da dove potrebbero essere lanciati attacchi per colpire i siti sensibili dei Paesi che forniscono armi all’Ucraina.

Il Ministero di Difesa russo ha reso noto che, nella notte, sono stati abbattuti 19 droni ucraini sulle regioni della Crimea, di Belgorod e di Rostov.

“La Cina è disposta a lavorare con l’Ucraina per … promuovere gli scambi e la cooperazione in tutti i settori, nonché per mantenere e sviluppare le relazioni Cina-Ucraina”, ha dichiarato il Viceministro degli Esteri cinese Sun Weidong.

Secondo attacco alla raffineria di Novoshakhty, a Rostov.

Fonte: la Repubblica

Un incendio è scoppiato nel corso della notte nella raffineria di petrolio di Novoshakhty, nella regione russa di Rostov. L’attacco è avvenuto con dei droni, come ha affermato su Telegram il Governatore della regione, Vasyl Golubev. 

Fonte: La Stampa

Putin: “Se gli Usa smetteranno di fornire armi a Kiev, il conflitto finirà nel giro di 2 o 3 mesi. Vi siete inventati che la Russia vuole attaccare la NATO. Siete diventati completamente pazzi? Guardate al nostro potenziale e a quello della Nato, non siamo scemi, la Russia non ha alcuna ambizione imperiale”. E parlando dell’Italia, il Capo del Cremlino ha detto che “non si diffonde una russofobia da cavernicoli e lo teniamo in considerazione. Noi speriamo che, quando la situazione riguardo all’Ucraina comincerà a stabilizzarsi, riusciremo a ristabilire relazioni con l’Italia forse anche più velocemente che con qualche altro Paese”.

Fonte: RaiNews

Un treno trasformato in cucina itinerante per aiutare la popolazione

Fonte: RaiNews

“Noi non invieremo soldati italiani a combattere in Ucraina e non autorizzeremo l’utilizzo delle armi italiane per colpire i russi fuori dal territorio ucraino. Noi non siamo in guerra con la Russia; difendiamo il diritto all’indipendenza e alla libertà dell’Ucraina”, ha affermato il Ministro degli Esteri, Antonio Tajani, ospite di ReStart su Rai3.

Un’insufficienza di grande rilievo è stata registrata a seguito dei bombardamenti delle truppe russe sulle centrali energetiche ucraine. Le interruzioni di corrente possono durare più di 4 ore di seguito, come riferito dal Capo dell’azienda elettrica ucraina Ukrenergo, Volodymyr Kudrytsky.

L’Istituto per lo studio della guerra (ISW), ha reso noto che la Federazione russa preparerebbe al servizio militare anche ragazzi minorenni provenienti dai territori occupati. L’ISW ha parlato di giovani (oltre 2.500) tra i 13 e i 17 anni provenienti dalle regioni occupate di Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia.

“Non c’è mai stata una restrizione all’abbattimento da parte degli ucraini di aerei ostili, anche se questi non si trovano necessariamente nello spazio aereo ucraino”, ha affermato il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale, John Kirby.

Sono scattate le manette per due donne che si erano recata al cimitero di Borisov (Mosca), dove è sepolto l’oppositore russo Aleksei Navalny, di cui ricorreva il compleanno. Secondo la ricostruzione del testimone, la polizia ha arrestato una delle due donne sostenendo che portava “simboli estremisti”. Poco dopo, gli uomini in divisa hanno fermato un’altra donna che era corsa in difesa della giovane.

“Dall’inizio di questa giornata, le nostre forze missilistiche hanno colpito un traghetto in Crimea e un terminal petrolifero russo nel Krai di Krasnodar”, ha affermato lo Stato Maggiore ucraino.

“Zelensky e i suoi ‘amici occidentali hanno iniziato a chiamare e supplicare personalmente i leader degli Stati della CSI (Comunità degli Stati Indipendenti, n.d.r.) perché partecipassero al Summit. Sappiamo che nessuno di loro ha ceduto a tale richiesta”. Queste le parole del Viceministro degli Esteri russo, Mikhail Galuzin, in vista del prossimo appuntamento in Svizzera per la Conferenza di Pace.

“Mattinata difficile a Dnipro: il nemico ha attaccato la città”, ha scritto, su Telegram, il Capo della regione di Dnipropetrovsk, Serhiy Lysak. A seguito della caduta di detriti, sono stati riportati danni ad infrastrutture civili e molti residenti sono rimasti feriti. “Tra loro ci sono bambini” ha sottolineato Lysak. 

Washington ha imposto sanzioni a “quattro entità e un individuo iraniani collegati allo sviluppo, alla produzione e alla proliferazione di veicoli aerei senza pilota che il regime” di Tehran “fornisce alla Russia e suoi partner per prolungare il conflitto” in Ucraina “e destabilizzare la regione”. A darne notizia, il Dipartimento di Stato americano.

Il canale telegram ‘Spy Dossier’ ha reso noto che l’esercito di Kiev avrebbe utilizzato le armi USA, nello specifico i missili Himars, per colpire un sistema di difesa aerea nella regione russa di Belgorod. Sono state pubblicate foto e anche video dell’attacco che sarebbe avvenuto tra l’1 e il 2 giugno. Si tratterebbe del primo caso documentato di utilizzo di armi occidentali all’interno del territorio della Federazione da parte dell’Ucraina.

Fonte: La Stampa

Il portavoce del presidente Zelensky, Sergiy Nikiforov, ha confermato la presenza del Leader ucraino al G7 in Italia: “Purtroppo non posso confermare nè negare che il presidente parteciperà fisicamente al vertice del G7, ma in ogni caso o di persona o in collegamento video, non c’è dubbio che ci sarà”.

È di un morto e due feriti il bilancio dell’attacco russo che, nel cuore della notte, ha colpito il distretto di Chuhuiv, nella regione ucraina nordorientale di Kharkiv. Lo ha dichiarato il Capo dell’amministrazione militare locale, Oleh Syniehubov.

Fonte: RaiNews24

Volodymyr Zelensky è giunto nelle Filippine. Il Leader ucraino è partito dopo aver partecipato al forum di difesa Shangri-La a Singapore. Obiettivo del viaggio: esortare i leader regionali a partecipare a un vertice di pace organizzato dalla Svizzera.

Fonte: Philippine Star

(119^ SETTIMANA)

“Con il sostegno della Cina alla Russia, la guerra durerà più a lungo. Questo è un male per il mondo intero e per la politica della Cina, che dichiara di sostenere l’integrità territoriale e la sovranità e lo dichiara ufficialmente. Per loro non è un bene”, ha detto il Premier ucraino Zelensky durante il discorso pronunciato allo “Shangri-la Dialogue”a Singapore.

Fonte: RaiNews24

Dong Jun, Ministro cinese della Difesa, nel corso del suo intervento allo “Shangri-la Dialogue”a Singapore, ha dichiarato che la Cina ha “promosso i colloqui di pace con un atteggiamento responsabile” nonché, nei confronti della Russia, “un controllo più severo” sulle esportazioni dual use.

Fonte: RaiNews24

Blackout di emergenza in Ucraina: nello specifico, la zona maggiormente interessata è stata la regione di Kiev a causa della difficile situazione del sistema energetico dopo i bombardamenti russi.

Fonte: RaiNews24

Zelensky parteciperà al G7 in Puglia. A dare la notizia, il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, alla stampa nei Giardini del Quirinale per la Festa della Repubblica. 

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

Nell’incontro tra Zelensky e Austin a Singapore si è discusso di “questioni chiave” in merito al conflitto e del “rafforzamento del sistema di difesa aerea dell’Ucraina”. Lo ha reso noto sul social X lo stesso Leader ucraino.

Zelensky ha incontrato il Presidente indonesiano Prabowo Subianto, a margine del vertice sulla sicurezza asiatica ‘Shangri-La Dialogue’ che si sta tenendo a Singapore. “Contiamo sul sostegno dell’Indonesia alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina”, ha detto Zelensky.

Fonte: RaiNews24

“L’UE ha fatto ancora una volta ricorso allo strumento obsoleto e inefficace delle sanzioni”, ha affermato Il Ministero degli Esteri iraniano.

“L’ipocrisia e la connivenza con i loro accoliti, perdonando loro molto, comprese queste azioni palesi per introdurre l’ideologia nazista in teoria e in pratica, sono diventate comuni solo perché queste persone fanno comodo all’Occidente e agli Stati Uniti come strumento nella loro lotta contro la Federazione Russa”, ha detto il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

La Polizia nazionale dell’Ucraina ha riportato questo comunicato su Telegram: “Gli occupanti hanno lanciato due bombe su un asilo a Myrnohrad: la polizia registra le conseguenze dell’attacco. Ieri, 31 maggio, alle 22:10 circa, il nemico ha lanciato bombe UMPB D-30 SM sulla città. Cinque civili sono rimasti feriti. I primi soccorsi sono stati prestati dai paramedici della polizia. Il bombardamento ha ferito tre uomini di 22, 38 e 39 anni e due donne di 40 e 68 anni. Sono state diagnosticate ferite da esplosione di mine, ferite da schegge e ferite da taglio”.

Fonte: RaiNews24

Il Ministro degli Esteri Antonio Tajani, presente al Convegno Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria, è tornato a parlare della possibilità che alcuni Governi vorrebbero dare all’Ucraina di usare le armi occidentali in territorio russo: “Le scelte e le dichiarazioni di Scholz non sono le nostre. Attenzione perché i rischi di una terza guerra mondiale aumentano se non si fa attenzione. Basta un piccolo errore per conseguenze nefaste. Questo deve essere chiaro”.

Zelensky è giunto a Singapore per il “Shangri-La Dialogue”, dove incontrerà il Segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin.

Fonte: RaiNews24

Nella “lista nera” del Cremlino è entrata l’organizzazione “La strada verso casa”, formata da madri, mogli e figlie dei soldati russi inviati al fronte che organizza manifestazioni chiedendo il ritorno dei ragazzi.

Colpito l’aeroporto militare ucraino di Stry, nella regione di Leopoli. Nella base aerea le forze di Kiev stavano attendendo l’arrivo degli F-16 NATO. 

Il Comando operativo delle forze armate polacco ha reso noto che i propri aerei da guerra e quelli alleati sono stati schierati nella notte in missione di pattugliamento durante gli attacchi missilistici russi contro l’Ucraina.

Previsto per oggi l’incontro tra il Leader ucraino Zelensky ed il Segretario americano alla Difesa Austin, a margine dei Dialoghi di Shangri-La a Singapore.

Fonte: CNA

Un funzionario della difesa cinese, al meeting di Singapore, ha parlato di un progetto targato USA relativo ad un’asse Asia-Pacifico della NATO al fine di mantenere il proprio potere nella regione.

Il Belgio non ha dato il via libera all’utilizzo dei suoi F-16 fuori i confini ucraini. Il Primo ministro belga Aalexander de Croo ha parlato al Presidente americano Biden escludendo l’uso dei propri armamenti inviati a Kiev oltre i confini della Nazione.